rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca

Mobilità senza auto: "Ztl su tutti i lungarni, serviti dalla tramvia"

L'associazione 'La città ecologica' espone le proposte dopo il 'World Car Free Day' di domenica e il centro senza traffico

La riuscita manifestazione della colazione sul Ponte di Mezzo, in occasione del 'World Car Free Day' di domenica scorsa, ha spinto l'associazione ambientalista 'La città ecologica' a riaffrontare il tema della mobilità cittadina. In discussione ormai da tempo ci sono i futuri investimenti pubblici sulla tangenziale nord est e la tramvia, oltre al sempreverde problema parcheggi.

"L'errore è sempre lo stesso - criticano gli ambientalisti in una nota - dare per scontati ed immutabili gli attuali volumi di traffico veicolare privato, mai pensando a scelte che privilegino una diversa mobilità e la sostenibità, sempre sbandierata per operazioni di greenwashing. Eppure le città europee si muovono in tutt'altra direzione: 100 di esse, tra cui 9 italiane, Pisa ovviamente non ha neanche presentato domanda, si sono impegnate a raggiungere un impatto climatico zero entro il 2030 e per questa missione sono previsti finanziamenti per 360 milioni di euro. Assumono esplicitamente l'obiettivo di ridurre drasticamente il numero di auto in circolazione e lo perseguono riducendo decisamente lo spazio fisico a disposizione delle auto, per darlo agli altri utenti della strada ed al mezzo pubblico, solitamente elettrico in sede propria (tram)".

Il ripensamento quindi comporta "ampie zone pedonali e ztl, riduzione delle carreggiate stradali per le auto per dare spazio a corsie ciclabili ampie, separate dai marciapiedi e una per verso di marcia, riduzione significativa e progressiva dei parcheggi per i non residenti, tutta la città con limite di 30 km/h. Questo è l'unico modo per ridurre le emissioni climalteranti e l’inquinamento e anche l’inaccettabile numero di morti e feriti sulle strade urbane". Su Pisa la proposta è quella di una "estensione ai Lungarni, e ad altre zone del centro storico ora escluse come San Francesco e via Roma, della ztl. A nostro giudizio la misura deve essere inquadrata in questo orizzonte complessivo, in questa politica per realizzare una vera mobilità sostenibile. In prospettiva i Lungarni, l’area cittadina origine/destinazione della maggior numero degli spostamenti, devono essere percorsi dalla prima linea tranviaria che dalla Stazione va al quartiere ed all’ospedale di Cisanello, collegati alla seconda in progetto per la piazza del Duomo e il parcheggio di via Pietrasantina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità senza auto: "Ztl su tutti i lungarni, serviti dalla tramvia"

PisaToday è in caricamento