Cronaca

Vecchiano, la Lega Nord: "Inefficace la ztl anti-prostituzione a Migliarino"

Il gruppo leghista chiede anche un incontro alle autorità affinchè facciano chiarezza sull'accoglienza dei profughi sui territori di Vecchiano e San Giuliano Terme

Una Ztl che non sta risolvendo il nodo prostituzione a Migliarino, ma ha solo spostato il problema. E' quanto denuncia la Lega Nord Val di Serchio. "La zona a traffico limitato, inaugurata  dal sindaco di Vecchiano Massimiliano Angori per trovare una soluzione all'annoso problema della prostituzione nella zona industriale di Migliarino, non sta producendo i risultati sperati. Intanto - denuncia la portavoce leghista Carla Abruzzese - ci preme far notare la mancanza di telecamere ai varchi e da indiscrezioni pare che i trans si spostino nell'adiacente Via Traversagna e si procurino così la clientela in altri modi". "A nostro parere - prosegue Abruzzese - non vi è un controllo efficace da parte delle forze dell'ordine e neanche un servizio supplementare di Polizia Municipale che, forse, dovrebbe essere presente ogni notte".

"La Lega Nord Val di Serchio chiede inoltre - prosegue la portavoce leghista - un incontro pubblico con le massime autorità comunali di San Giuliano Terme e Vecchiano che si sono rese disponibili all'accoglienza dei presunti profughi affinché i residenti possano finalmente essere messi al corrente in modo chiaro dei progetti di accoglienza previsti poichè riteniamo che abbiano un dovere di trasparenza nei confronti dei cittadini".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vecchiano, la Lega Nord: "Inefficace la ztl anti-prostituzione a Migliarino"

PisaToday è in caricamento