Regali di Natale: 345 euro di spesa per ogni famiglia pisana

Sono i dati diffusi da Confcommercio. I generi alimentari la tipologia di regalo più diffusa

Nonostante il leggero aumento della quota delle tredicesime disponibile per i consumi, 35,7 miliardi contro i 35 dello scorso anno, la spesa media pro capite per i regali di Natale non cambierà tra il 2018 e il 2019. A sostenerlo Federica Grassini, presidente di Confcommercio Provincia di Pisa: “Il dato positivo è l'aumento del numero di coloro che effettueranno regali ma il giro d'affari resterà sostanzialmente identico a quello dello scorso anno, considerando che circa il 70% delle tredicesime se ne va in spese per la casa, tasse, bollette, e risparmi. Quanto al budget di spesa previsto per gli acquisti di Natale, la media per famiglia è nell'ordine dei 345 euro, 150 euro per ogni pisano”.

Secondo l'Ufficio Studi di Confcommercio i generi alimentari si confermano anche per il 2019 la tipologia di regalo più diffusa (il 73,3%), ma tra i prodotti maggiormente acquistati salgono giocattoli per i bambini (55%), capi di abbigliamento (47,1%), libri ed e-book (45,5%), trattamenti di bellezza (43% contro il 37,9%), film, dvd e musica digitale (16,6% contro il 15,9%).

“Per i regali di Natale i negozi tradizionali si confermano tra i canali d’acquisto preferiti, scelti dal 57% dei consumatori - chiarisce la presidente Grassini - anche se sono sempre più numerosi coloro che nel mese di dicembre ricorrono al web. Risultano in aumento, soprattutto per i capi di abbigliamento, sia la percentuale di chi cerca i prodotti nel negozio tradizionale per poi acquistarli online (il fenomeno dello 'showrooming'), sia la quota di chi cerca il prodotto online e successivamente lo acquista nel negozio tradizionale ('reverse showrooming')”.

“I numeri ci dicono che rispetto a dieci anni fa la spesa per i regali natalizi si è comunque contratta del 30%” - conclude la presidente di Confcommercio - solo una politica di efficace sostegno al reddito e un sensibile abbassamento della tassazione potrà consentire una verificabile e sostenuta ripresa dei consumi e un rilancio del commercio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Residente a Pisa in quarantena: è entrato in contatto con l'uomo positivo a Pescia

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: in Toscana due casi sospetti positivi in attesa di validazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Coronavirus, caso sospetto a Firenze: positivo il secondo tampone su un uomo

Torna su
PisaToday è in caricamento