rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Economia

Aeroporti: Pisa ai livelli del 2019 per traffico passeggeri, ricavi in aumento

Approvato dal Cda di Toscana Aeroporti il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2023

Il Consiglio di Amministrazione di Toscana Aeroporti ha esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2023. Il Presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai ha illustrato: "Il traffico passeggeri registrato dal Sistema Aeroportuale Toscano continua a crescere avvicinandosi sempre più ai livelli pre-Covid del 2019. Nel primo trimestre dell’anno, periodo storicamente condizionato da fenomeni di stagionalità, le performance economico-finanziarie presentano un trend in deciso miglioramento rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. Sebbene il contesto geopolitico e macroeconomico presenti ancora diversi fattori di incertezza, i risultati conseguiti insieme alle destinazioni annunciate per la stagione estiva sono elementi che ci consentono di guardare con fiducia e ottimismo ai risultati dell’anno".

Andamento del traffico passeggeri e cargo

Sono 1,3 milioni i passeggeri complessivamente transitati dal Sistema Aeroportuale Toscano nel primo trimestre dell’anno in crescita del 61,3% sull’analogo periodo del 2022 (influenzato dal diffondersi della variante omicron) e in recupero del 91,3% sul 2019. Nel Sistema Aeroportuale Toscano, caratterizzato da una forte prevalenza di turismo internazionale incoming, l’allentamento delle restrizioni sulla mobilità dei passeggeri da e per i Paesi dell’Unione Europea ed extra UE ha permesso una maggiore crescita del traffico commerciale internazionale (+84,9%) rispetto a quello commeriale domestico (+17,7%). Nel primo trimestre dell’anno sono in deciso miglioramento sia i movimenti dei voli totali (+24,3%) che il load factor dei voli di linea (+14,1 punti percentuali), quest’ultimo passatodal 67,4%del 31 marzo2022 all’81,5%dell’analogoperiodo del 2023 e con un valore superiorealperiodo pre-coviddel 2019 quandoerapariall’80,9%.Iltrafficocargo, con 3.362 tonnellate di merce e posta trasportate, registra una flessione del 13,9% sul 2022 e una crescita del 9,3% sul periodo pre-covid del 2019.

Traffico aeroporto di Pisa

Al 31 marzo 2023 sono oltre 800mila i passeggeri transitati dall’aeroporto di Pisa con un aumento del 43,2% sul 2022 e un recupero del 91,7% rispetto al periodo pre-Covid del 2019. Tale risultato, a seguito dell’allentamento delle limitazioni alla circolazione nei diversi Paesi esteri, conferma una maggiore crescita della componente internazionale del traffico passeggeri commerciale (+77,3% sul 2022) rispetto a quella nazionale (+5,4%) in un contesto dove il traffico internazionale rappresenta il 65,1% del traffico totale. Positivi inoltre sia l’andamento dei movimenti dei voli totali (+11,6%) che il load factor dei voli di linea pari all’84,0% (+15,5 p.p.), quest’ultimo in avvicinamento all’84,2% del periodo pre-Covid del 2019.

L’Italia con il 34,9% del traffico totale rappresenta il primo mercato dello scalo aeroportuale di Pisa con a seguire il Regno Unito (14,1% del traffico totale), la Spagna (12,5%) e l’Albania (7,7%). Il traffico cargo al 31 marzo 2023, con 3.318 tonnellate di merce e posta trasportate, è in flessione del 13,6% sul 2022 e in crescita del 10,0% sul periodo pre- covid del 2019.

Sono 724.015 i passeggeri transitati dagli scali aeroportuali di Firenze e Pisa nel mese di aprile con una crescita del 25,6% rispetto al medesimo mese del 2022 e un recupero del 98,1% rispetto al 2019. In particolare il traffico passeggeri dello scalo aeroportuale di Firenze è in crescita sia rispetto ad aprile 2022 (+38,4%) che, per la prima volta post-pandemia, rispetto ad aprile 2019 (+5,5%). Anche per il Galilei di Pisa il traffico passeggeri registra una crescita rispetto ad aprile 2022 del +19,1% e prosegue il suo recupero sul 2019 (94,2% del traffico di aprile 2019).

Ricavi, costi, investimenti

I ricavi totali al 31 marzo 2023 raggiungono i 19,5 milioni di euro con un aumento del 64,1% in confronto agli 11,9 milioni di euro dell’analogo periodo del 2022. In particolare i ricavi operativi sono in crescita del 58,6% passando da 10,1 milioni di euro ai 16,0 milioni di euro del primo trimestre del 2023. Gli altri ricavi sono pari a 2,5 milioni di euro in aumento di 2 milioni di euro rispetto ai 453mila euro del 31 marzo 2022 principalmente per effetto dell’attività della società controllata Toscana Aeroporti Costruzioni S.r.l. (+1,7 milioni di euro) e dal maggior recupero delle utenze ai subconcessionari dei due scali operativi (+268 mila euro).

I ricavi per servizi di costruzione, direttamente correlati agli investimenti realizzati nel periodo, sono pari a 978 mila euro con una flessione del 26,1% rispetto agli 1,3 milioni di euro del primo trimestre 2022.

I costi totali al 31 marzo 2023 raggiungono i 17,1 milioni di euro a fronte dei 13,1 milioni di euro dell’analogo periodo del 2022. In particolare i costi operativi sono pari a 16,5 milioni di euro rispetto ai 12,1 milioni di euro del primo trimestre del 2022, con un aumento (+35,8%) inferiore rispetto a quello registrato dai ricavi operativi. Nel dettaglio, la variazione è principalmente legata ai maggiori costi per servizi (+47,6%) e costi del personale (+17,6%) associati all’incremento del traffico rispetto al primo trimestre del 2022. Le principali variazioni riguardano i costi riconducibili all’attività della società controllata Toscana Aeroporti Costruzioni S.r.l. pari a 1,6 milioni di euro (zero al 31 marzo 2022) coperto dagli Altri ricavi, come precedentemente descritto, e i costi per le utenze (+443 mila euro). I costi per servizi di costruzione ammontano a 596 mila euro, in flessione del 39,9% rispetto ai 992mila euro dell’analogo periodo del 2022.

Gli investimenti complessivi del Gruppo al 31 marzo 2023 ammontato a 1,2 milioni di euro, essenzialmente connessi all’adeguamento e ampliamento del Terminal dello scalo aeroportuale di Pisa, all’aggiornamento del Masterplan dello scalo aeroportuale di Firenze e ai nuovi sistemi 'self service bag drop' di entrambi gli scali aeroportuali. L’indebitamento finanziario netto del primo trimestre dell’anno è pari a 92,2 milioni di euro rispetto agli 85,7 milioni di euro del 31 dicembre 2022 e ai 103,3 milioni di euro del 31 marzo 2022.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporti: Pisa ai livelli del 2019 per traffico passeggeri, ricavi in aumento

PisaToday è in caricamento