rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Economia

Spunta l’ipotesi rincaro sulla tassa di soggiorno, Confcommercio: "Una follia"

Secondo voci di corridoio la giunta vorrebbe chiedere 50 cent in più per l'obolo sul soggiorno. Pieragnoli: "Sarebbe indecente e scandaloso: ai turisti offriamo zero servizi"

Al vaglio della giunta Comunale ci sarebbe un’ipotesi di rincaro per la tassa di soggiorno. A riportare la notizia è una nota di Confcommercio che come fonte della soffiata cita gli assessori Giuseppe Forte e Giovanni Viale. Se così fosse l’aumento della tassa di soggiorno arriverebbe in un momento davvero infausto per il turismo pisano: solo nel periodo gennaio-settembre si sono registrati 18 mila arrivi e 75 mila pernottamenti in meno rispetto al 2011.

Dati allarmanti che secondo Confcommercio dipendono anche dall’atteggiamento dell’Amministrazione pisana nei confronti dei turisti, Se questo aumento avvenisse veramente, gli unici aggettivi possibili per definire ciò sarebbero indecenza e scandalo", ha commentato Federico Pieragnoli, Direttore Confcommercio Pisa.""

"L'indecenza - continua Pieragnoli - è tutta in un meccanismo che rasenta la follia: da un lato, gli imprenditori locali, con grandissimo sforzo abbassano le tariffe per vincere una competizione internazionale ogni giorno più dura; dall'altro il comune di Pisa, sprezzante di questo sforzo e di queste condizioni, ha il coraggio di aumentare la tassa di soggiorno per fare ancora più cassa. Una sete insaziabile di soldi, una vera indecenza, se pensiamo poi che il livello dei servizi che il comune di Pisa offre ai turisti è praticamente zero".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spunta l’ipotesi rincaro sulla tassa di soggiorno, Confcommercio: "Una follia"

PisaToday è in caricamento