rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Economia Santa Croce sull'Arno

Comprensorio del Cuoio, dati shock: l'86% dei lavoratori è irregolare

Dai controlli effettuati dalla Direzione Provinciale del Lavoro di Pisa la situazione delle 50 aziende controllate è apparsa particolarmente negativa: tra gli operai anche alcuni clandestini, oltre a lavoratori in nero

Una situazione a dir poco preoccupante: su 50 aziende del settore conciario, ispezionate dalla Direzione provinciale del lavoro di Pisa, 31, ovvero il 62%, sono risultate irregolari. Dei 194 lavoratori operanti nelle aziende ispezionate, 167 (che equivalgono all'86%) sono risultati irregolari, 34 sono stati i lavoratori totalmente al nero, 6 erano clandestini ed è stato trovato anche un minore.

I dati riguardano l'attività ispettiva effettuata nei primi sei mesi di questo anno. Le aziende controllate si trovano nei territori di Santa Croce sull'Arno, San Miniato, Castelfranco di Sotto e Montopoli Valdarno. Gli ispettori della Direzione provinciale hanno dovuto sospendere l'attività imprenditoriale di 12 aziende a cui sono state concesse 24 ore per mettersi in regola. "La sospensione dell'attività - ha detto Annamaria Venezia della direzione provinciale - si effettua quando all'interno dell'azienda si trovano più del 20% dei lavoratori in nero". "Il lavoratore irregolare - ha aggiunto Venezia - è più soggetto a incidenti sul lavoro perché è totalmente a digiuno di corsi di formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e spesso non dispone dei dispositivi protettivi individuali".

Le operazioni ispettive sono state condotte assieme alla Asl 5, alla Guardia di Finanza, ai Carabinieri ed alla Agenzia delle Entrate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comprensorio del Cuoio, dati shock: l'86% dei lavoratori è irregolare

PisaToday è in caricamento