rotate-mobile
Economia

Territorio: 'l'oro giallo' pisano protagonista a Olio Capitale

Successo per le quattro aziende pisane partecipanti alla fiera di Trieste

Alla 15ª edizione di Olio Capitale, il principale evento fieristico italiano dedicato all'olio extravergine, che si è svolto a Trieste dal 10 al 12 marzo nel centro espositivo del porto vecchio, si è parlato molto pisano. Non solo per l’'oro giallo', alfiere indiscusso delle 'Terre di Pisa', che si è distinto riscuotendo un riconoscimento ufficiale, ma anche per la presenza 'operativa' di Ascoe Pisa (Associazione Assaggiatori e Cultori Olio) che ha arricchito l’evento con la competenza dei suoi esperti.

Sono quattro le imprese, di cui una alla prima presenza, che hanno accolto l'invito della Camera di Commercio della Toscana Nord-Ovest a partecipare, con uno stand collettivo, alla prestigiosa kermesse dove, insieme ad altre centinaia di etichette tra oli Dop, Igp, biologici, italiani, stranieri, fruttati intensi, medi o leggeri, hanno presentato le loro produzioni di altissima qualità.

Proprio per l’azienda 'new entry', la Fop Società Agricola di Guardistallo, è arrivata la soddisfazione di essere in finale nella categoria 'Fruttato Intenso' del Concorso Olio Capitale 2023 con il prodotto 'Lazzaro' (etichetta 'Ai Massi'), unico olio italiano insieme a produzioni spagnole e slovene. Lo stesso 'Lazzaro' ha inoltre ricevuto la menzione d’onore 'Ex Albis Ulivis' dedicata agli oli ottenuti da olive verde chiaro.

All’ASCOE Pisa l’onore e il compito di gestire, presidente Licia Gambini in testa con gli altri esperti pisani, l’Oil Bar, frequentatissimo spazio che nella tre giorni fieristica ha dispensato consigli su come assaporare e scegliere un buon olio, distinguendo pregi e difetti dei diversi prodotti.

“Sono molto felice di una presenza pisana così apprezzata all’interno di un evento di indiscusso pregio come Olio Capitale - ha dichiarato Valter Tamburini, presidente della Camera di commercio della Toscana Nord-Ovest - vogliamo proseguire ad essere presenti in tutte le manifestazioni di maggior visibilità dopo i condizionamenti dell’emergenza sanitaria e tornare con decisione a rilanciare, anche con la programmazione della nuova Camera di Commercio, frutto della fusione di quelle di Pisa, Lucca e Massa Carrara, il sodalizio strategico tra le specificità agroalimentari e la promozione turistica dei nostri territori. L’olio extravergine è senza dubbio, per qualità e tradizione produttiva plurisecolare, un’eccellenza assoluta”.

Il palcoscenico commerciale triestino ha confermato i precedenti successi con oltre 220 espositori provenienti da tutte le regioni olivicole italiane e dalla Grecia e ha visto particolarmente impegnati i nostri produttori in interessanti contatti con ristoratori, grossisti, agenti e buyer italiani e stranieri.

Queste le imprese pisane in fiera:

- Azienda Agricola Elter di Calci (Strada dell'olio dei monti pisani)
- Il Frantoio di Vicopisano (Strada dell'olio dei monti pisani)
- Oleificio Sociale di Buti (Strada dell'olio dei monti pisani)
- Fop Società Agricola - Guardistallo (alla prima partecipazione in assoluto)


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Territorio: 'l'oro giallo' pisano protagonista a Olio Capitale

PisaToday è in caricamento