Giovedì, 18 Luglio 2024
Economia

Il 'Buy Wine Toscana' fa tappa nelle 'Terre di Pisa'

16 buyer stranieri colgono l’occasione per una full immersion nelle 'Terre di Pisa' tra cantine, vigneti, sapori, bellezze architettoniche, artistiche e suggestioni

Ha chiuso i battenti la 12° edizione di 'BuyWine Toscana', kermesse della Regione Toscana, organizzata in collaborazione con il sistema camerale toscano, per la promozione a livello internazionale della produzione vinicola toscana, quest’anno tornata in presenza nei giorni 11 e 12 febbraio presso la Fortezza da Basso. Tra le circa 200 cantine toscane che hanno presentato l’eccellenza delle denominazioni regionali DOCG, DOC e IGT e che sono entrate in contatto con buyer provenienti dai mercati esteri, 6 provenivano dalle 'Terre di Pisa': Fattoria Fibbiano, Pieve de Pitti, Podere La Regola, Tenimenti Carvin, Tenuta la Macchia, Fattoria Villa Saletta.

Spenti i riflettori sull’evento 'indoor', le Terre di Pisa sono diventate protagoniste di un WineTour organizzato dalla Camera di Commercio di Pisa domenica 13 febbraio. 16 buyer stranieri, provenienti da Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Libano, Germania, Francia, Belgio, Albania, Svizzera, Repubblica Ceca, Argentina, Messico, accompagnati da una guida 'Terre di Pisa', hanno potuto incontrare il vino laddove inizia il suo nobile percorso produttivo, nei vigneti di alcune aziende della Valdera e nelle cantine, dove diventa il prodotto di qualità conosciuto e apprezzato nel mondo, che costituiscono valore aggiunto al territorio per storia, contesto paesaggistico e pregio architettonico. A completare la visita, anche la scoperta delle bellezze della città di Pisa e del borgo di Peccioli, anch’esso in Valdera.

Da Firenze, il gruppo si è mosso verso Palaia per raggiungere la Fattoria Villa Saletta, tenuta storica nel cuore della Toscana con tradizione vitivinicola risalente al 9° secolo, dove è avvenuta la visita del vigneto e della cantina con relativa degustazione. Tappa a seguire sul colle vicino, al limite sud del comune di Terricciola con arrivo a Pieve de' Pitti dove, oltre all’illustrazione del territorio e delle caratteristiche principali delle denominazioni e dei vitigni, il gruppo ha pranzato con i sapori locali, Pecorino delle Balze Volterrane DOP, il tartufo, la pasta, il tutto accompagnato dai Vini della Doc Terre di Pisa e nella bellissima dimora storica dell’azienda. Pomeriggio dedicato al dirimpettaio colle per la visita guidata al borgo di Peccioli, con le sue diffuse installazioni di arte contemporanea, la visita del 'Palazzo senza Tempo' e delle altre bellezze del luogo. Immancabile, infine, la visita di Pisa con sosta guidata in piazza dei Miracoli e giro nel centro città.

Il commento di Valter Tamburini, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Pisa: "Un prodotto come il vino, per il suo strettissimo legame con la storia e la cultura del luogo che lo esprime non può prescindere la conoscenza diretta del terroir. Per questo motivo abbiamo voluto ospitare i buyer provenienti da diversi mercati esteri per far loro conoscere i contesti di altissimo pregio in cui si producono i nostri vini, la bellezza assoluta di Pisa e del suo entroterra. Il binomio vino e turismo è uno degli elementi di forza delle 'Terre di Pisa' insieme a tutte le altre eccellenze presenti e l’esperienza diretta con il territorio è il miglior modo di promuoverlo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 'Buy Wine Toscana' fa tappa nelle 'Terre di Pisa'
PisaToday è in caricamento