Economia

Cantieri di Pisa, stavolta ci siamo: c'è l'accordo con un gruppo del Nord

L'annuncio è arrivato direttamente dal curatore fallimentare Federico Galantini che ha dunque raggiunto l'intesa. Non è ancora stato svelato il nome del possibile acquirente dei cantieri navali pisani

Lacrime agli occhi per i lavoratori dei Cantieri di Pisa che, dopo mesi di speranze andate deluse, stavolta pare possano proprio stappare una bottiglia di champagne: c'è l'accordo con un gruppo del Nord Italia. L'annuncio è stato dato dalla Cgil che ha ricevuto la notizia dal liquidatore di Baglietto Federico Galantini. Il nome dell'acquirente resta per il momento top secret, ma già oggi, durante un tavolo organizzato in Regione con l'assessore alle attività produttive Gianfranco Simoncini, si potrebbe sapere qualcosa di più relativamente alle modalità d'intesa che resta tuttavia, stando a quanto si apprende da fonti sindacali, subordinata all'assegnazione diretta delle concessioni demaniali e all'accordo da sottoscrivere proprio con il sindacato sul piano industriale per il rilancio produttivo dell'azienda.


"I lavoratori - ha spiegato il segretario provinciale della Cgil, Gianfranco Francese - appena hanno saputo la notizia non hanno trattenuto le lacrime e anche io sono molto soddisfatto che questa difficile vertenza si sta avviando verso la migliore conclusione possibile". Entro 7-10 giorni le rsu aziendali incontreranno il gruppo industriale per confrontarsi sul piano industriale, anche se nelle scorse settimane vi sono già stati incontri informali e l'intesa anche con i rappresentanti dei lavoratori è praticamente fatta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri di Pisa, stavolta ci siamo: c'è l'accordo con un gruppo del Nord

PisaToday è in caricamento