Martedì, 27 Luglio 2021
Economia

Occupazione e lavoro in provincia di Pisa: calano la disoccupazione e la forza lavoro

Sono stati pubblicati i dati Istat sull'occupazione in Italia per il 2014. La provincia di Pisa vede calare la disoccupazione di 0,3 punti percentuali, mentre cresce invece a livello toscano. Segnale positivo, ma cala la forza lavoro e la popolazione

Le statistiche non sono una verità assoluta, ma offrono sempre uno spunto importante per capire lo stato di cose attuale e futuro. L'Istituto Nazionale di Statistica ha pubblicato ieri i dati medi per il 2014 sull'andamento dell'occupazione in Italia: dopo due anni di calo torna a farsi vivo il segno positivo, con un nazionale +0,4%, pari a 88mila unità di forza lavoro in più attive. Cresce di più il centro (+1,8%), meno il nord (+0,4%), mentre cala ancora il sud (-0,8%, pari a -45mila unità).

La Provincia di Pisa, confrontando le attuali rilevazioni Istat del 2014 con quelle del 2013, fa registrare il suo dato più positivo nella riduzione della disoccupazione. Nel 2013 infatti si attestava sull'8,6%, a fronte di una media toscana dell'8,7%. Nel 2014 il dato è calato all'8,3%, riduzione sensibile se si considera invece l'aumento a livello regionale, che si attesta per l'anno appena trascorso al 10,1%. Se nel 2013 le persone in cerca di lavoro risultavano essere 17mila, nel 2014 sono state 15mila.

Il miglioramento va incrociato con altri dati, che mostrano un generale calo della popolazione residente e della forza lavoro presente sul territorio. Se infatti si passa da 365mila persone residenti in Provincia nel 2013 a 363mila, le persone abili al lavoro sono passate da 192mila a 187mila, con il calo che si riflette sul numero effettivo degli occupati: da 176mila persone nel 2013 siamo nel 2014 a 171mila unità.

Andando poi a vedere nel dettaglio il numero degli addetti per i vari settori si notano altre due riduzioni. Nell'industria, comprensiva anche della manifattura e senza contare le differenti tipologie contrattuali, i lavoratori sono calati da 45mila a 44mila unità, con una riduzione anche per il settore servizi: da 127mila a 122mila operatori. Solo l'agricoltura mostra un segno positivo. Per quanto sia il dato in assoluto minore degli altri la crescita dei lavoratori è stata pari al 20%: da 4 a 5mila addetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione e lavoro in provincia di Pisa: calano la disoccupazione e la forza lavoro

PisaToday è in caricamento