Economia San Giusto / Via Darsena

Galilei e Golden Tulip si uniscono: impennata di clienti internazionali

Ieri nella Sala Concorde del Golden Tulip Galilei è stato presentato il nuovo brand. Il colosso del settore alberghiero, Louvre Hotel Group, sbarca a Pisa

"L'hotel Galilei si sposa con il Golden Tulip" sono queste le parole del direttore dell'albergo Vincenzo Perrone. Questo matrimonio, in gergo economico viene chiamato cambio di brand: una vera e propria unione per ottimizzare i risultati. Il marchio Golden Tulip, appartenente al Gruppo Louvre Hotels, con base a Parigi, fornisce una forte spinta di crescita nei mercati europei ed emergenti. Presente in 40 paesi nel mondo, il gruppo è tra i colossi nell'ambito commerciale degli Hotel.

Finora l'hotel Galilei di Via Darsena  è riuscito ad affermarsi su molteplici mercati e ad ottenere un discreto successo, nonostante la connotazione “regionalista”. L'accordo con il Louvre Hotel Group è nato proprio per garantire il consolidarsi di una  crescita, puntando ai mercati internazionali, soprattutto nel settore congressuale. Attraverso l’adozione di questo brand l’hotel beneficerà di una serie di servizi quali: visibilità, marketing, distribuzione e partecipazione ai sistemi di prenotazione internazionale. Si configura così un'importante opportunità di ritorno per la città, grazie anche ai collegamenti con i principali aeroporti europei.

"Per quanto riguarda invece i contratti dei dipendenti dell'albergo - spiega Perrone - ci adegueremo alle norme delle ditte di franchising, ma verranno conservati i ruoli occupazionali precedenti. Ad ora nell'albergo ci sono 70 dipendenti - continua soddisfatto - prevediamo di mantenere questi numeri". La soddisfazione per l'unione dei gruppi sembra essere generale. Infatti era presente anche l'assessore al turismo del comune di Pisa Giuseppe Forte. La zona dell'albergo è considerata da tutti un punto strategico, anche per la futura  costruzione dell'Ikea, che richiamerà persone da tutta la provincia. sala concorde del Galilei

Una svolta per il Galilei. "Terremo comunque una dimensione regionale e cittadina del turismo - spiega Reynald Nalleau, Franchise service manager del Golden Tulip -  ma daremo una vetrina internazionale all'hotel. Il turista e il cliente visiteranno Pisa ma verranno accolti dal nostro albergo, simbolo di qualità e serietà in tutto il mondo".  I dipendenti, gli arredi dell'hotel e la direzione rimarranno comunque gli stessi. Si spera principalmente in un incremento della clientela. Dato il marchio internazionale,  è previsto che i turisti di altri paesi europei, conoscendo il gruppo alberghiero, si appoggino al Galilei per la permanenza a Pisa.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galilei e Golden Tulip si uniscono: impennata di clienti internazionali

PisaToday è in caricamento