Economia

Ikea: l'area pisana favorita nelle assunzioni del colosso del mobile

Il sindaco Filippeschi si è detto soddisfatto del risultato del voto in consiglio comunale: il nodo da sciogliere resta quello legato alla viabilità sull'Aurelia con un occhio di riguardo a pedoni e biciclette

Sembra proprio che Ikea dal punto di vista del fronte occupazionale sia appannaggio dei pisani o quasi. Visto che il colosso svedese per le selezioni (300 posti) includerà solo coloro che risiedono al massimo a 20 minuti di distanza dal punto vendita, facendo due conti ci si accorge che saranno esclusi Lucca, Livorno e Pontedera, mentre oltre ai pisani potranni invece sperare di lavorare in Ikea gli abitanti degli altri cinque comuni dell'area Pisa (Cascina, Calci, San Giuliano Terme, Vecchiano, Vicopisano). E' questo quello che hanno spiegato il sindaco Marco Filippeschi e l'assessore all'urbanistica Fabrizio Cerri facendo il punto della situazione dopo il voto di giovedì scorso del consiglio comunale con il quale è stato dato il via libera alla variante urbanistica dell'area destinata alla cantieristica sui Navicelli e che ora avrà una destinazione d'uso per la grande distribuzione.

"In meno di tre mesi di lavoro approfondito siamo riusciti ad approvare la variante Ikea, dimostrando rapidità e responsabilità, ma anche efficienza, visto che abbiamo convinto a votare con noi anche forze di opposizione come Sel e Terzo Polo" ha affermato il primo cittadino pisano. "Per questo confermo l'invito al presidente dell'Ue Barroso - ha aggiunto Filippeschi - a visitare Pisa e constatare personalmente, anche su questa vicenda che gli sta molto a cuore, la bontà del nostro lavoro, ma anche l'efficacia di altri grandi progetti che stiamo realizzando anche grazie ai  finanziamenti europei".
I nodi più delicati da sciogliere sono quelli della viabilità lungo l'Aurelia, ma Filippeschi è ottimista: "Con l'arrivo di Ikea cogliamo anche l'opportunità di un sensibile ammodernamento dell'Aurelia con la realizzazione di una serie di rotatorie che renderanno il traffico assai più scorrevole e consentiranno di sostenere meglio l'incremento dei flussi. Tutte le soluzioni dovranno comunque tenere presente le esigenze di pedoni e biciclette".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ikea: l'area pisana favorita nelle assunzioni del colosso del mobile

PisaToday è in caricamento