rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia

Ikea avanti: definita l'area in cui sorgerà lo store del mobile

Il sindaco Marco Filippeschi ha incontrato stamattina i vertici di Ikea Italia per parlare del piano dei lavori ed affrontare alcune problematiche legate alla viabilità: accanto all'edificio oltre tre ettari di verde

L'incontro, fissato la scorsa settimana dopo la notizia che Ikea aprirà un punto vendita a Pisa, si è svolto stamattina. Il general manager di Ikea Italia, Tom Reijners, e il responsabile sviluppo, Alessandro Paglia, si sono ritrovati con il sindaco Marco Filippeschi e l’assessore all'urbanistica Fabrizio Cerri. Durante la riunione è stata definita l’area in cui sorgerà il negozio, compresa tra la rotatoria dello svincolo Fi-Pi-Li e i capannoni della nuova darsena dei Navicelli, sui terreni attualmente di proprietà della Navicelli spa, per una superficie totale di 32mila metri quadrati, di cui poco meno di 20mila saranno destinati alla vendità: sono infatti previsti 3,5 ettari di verde e 2500 posti auto.
"La scelta della multinazionale svedese è stata compiuta anche per il sistema infrastrutturale del quale è già dotata quell'area - ha spiegato Marco Filippeschi - ci hanno spiegato che la viabilità attuale è stata proprio uno dei motivi che li ha convinti a investire lì. Da parte nostra abbiamo chiesto di instaurare rapporti di collaborazione con un'azienda così importante e che può portare benefici a tutto il territorio". Allo studio, anche su suggerimento della multinazionale, ci sono anche soluzioni di viabilità alternative: una linea di bus che raggiunga il negozio e una rete di piste ciclabili per rendere sempre più stretto il rapporto tra lo store e la città.

Entro sei mesi saranno pronti tutti gli atti amministrativi: l’apertura del nuovo punto vendita Ikea è prevista già entro il primo semestre 2013. Il primo cittadino ha poi discusso con i vertici di Ikea Italia su come fluidificare e armonizzare il traffico di Aurelia, supestrada e autostrada, oltre a porre poi l'accento sulla “sostenibilità” dell’intervento. “Abbiamo chiesto - ha detto il sindaco - particolare attenzione per il fattore energetico ambientale”.
Ma obiettivo del Comune, e Filippeschi l'ha inserito anche in una lettera già consegnata ai vertici di Ikea, è quello di riuscire ad accostare "il brand commerciale di valenza globale alla caratterizzazione così forte di Pisa quale città italiana tra le più conosciute nel mondo", magari predisponendo "un punto d'informazione per la promozione turistica e degli eventi culturali e di spettacolo promossi dal Comune, per la valorizzazione del centro storico, delle potenzialità dell'aeroporto e delle attività della nautica e delle altre connesse al circuito acque-mare pisano".


LEGGI LA LETTERA DI FILIPPESCHI CONSEGNATA AI VERTICI DI IKEA ITALIA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ikea avanti: definita l'area in cui sorgerà lo store del mobile

PisaToday è in caricamento