Economia

Banco Popolare, l'ad Saviotti: "La Cassa di Risparmio è centrale per il gruppo"

Nel corso di un incontro che si è svolto a Palazzo dei Congressi con i direttori di agenzia e di filiale, l'amministratore delegato ha spiegato l'importanza della Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno per il Banco Popolare

L'ad del Banco Popolare Pier Francesco Saviotti

"La Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno continua a rappresentare un punto di riferimento per il Banco Popolare". Questo il pensiero dell’amministratore delegato del Banco Popolare, Pier Francesco Saviotti, che al Palazzo dei congressi di Pisa ha incontrato i direttori di agenzia e di filiale della Cassa. "La rete toscana, con i suoi quasi duecentoquaranta sportelli e i poco meno di ventimila soci, rimane un presidio rilevante per tutto il Gruppo - ha detto Saviotti, che poi ha spiegato i motivi che hanno portato alla scelta di procedere con l’aumento di capitale - il rafforzamento patrimoniale che avvieremo ci permetterà di rispondere alle richieste di maggior dotazione patrimoniale previste dalla nuova normativa europea, di collocare definitivamente il Banco Popolare tra le prime quattro banche nazionali, consentendogli di agire con efficacia e rinnovata incisività sul fronte del credito a favore delle famiglie e delle imprese dei nostri territori".

Sulla stessa linea anche il direttore territoriale Roberto Perico: "La Cassa saprà rispondere sia alle aspettative del Gruppo, garantendo anche per il 2014 il raggiungimento degli obiettivi di budget, sia alle attese della clientela, attraverso un’attenzione sempre maggiore alle problematiche e alle esigenze delle aree di riferimento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banco Popolare, l'ad Saviotti: "La Cassa di Risparmio è centrale per il gruppo"

PisaToday è in caricamento