Economia

Internet Festival, in moto la macchina dell'accoglienza: ma il periodo è quello giusto?

Dal 10 al 13 ottobre, Pisa ospiterà l'evento che richiamerà moltissimi visitatori in città. Alberghi, ristoranti e negozi pronti. Nardi, presidente di 'Vivere Pisa': "Le nostre previsioni sono incoraggianti. Potrebbe essere spostato in bassa stagione"

Ancora una manciata di giorni e poi ci siamo. L'Internet Festival sbarcherà a Pisa con i suoi oltre 150 eventi in programma. L'evento, che si svolgerà dal 10 al 13 ottobre, dovrebbe essere anche un vero e proprio toccasana per la città della Torre, visto che anche quest'anno si prevedono molti visitatori che graviteranno a Pisa. La macchina dell'accoglienza dunque è già in moto.

Maurizio Nardi, presidente di 'Vivere Pisa', tavolo del turismo di ConfcommercioPisa, cura la logistica e l'organizzazione dell'Internet Festival con la Samovar Incentive. Alla vigilia della manifestazione le attese per questo importante evento sono positive. “I bilanci si fanno solo alla fine, ma le nostre previsioni sono incoraggianti. L'impatto di una simile manifestazione, che vanta relatori di spicco internazionale e un popolo numeroso di appassionati, è indiscutibile ed estremamente favorevole sull'intero movimento turistico della nostra città: dagli alberghi alle strutture ricettive, dai ristoranti ai pubblici esercizi. Prevediamo per questa edizione 2013 un giro di affari e un movimento almeno paragonabile all'edizione dello scorso anno, quando furono 56mila i visitatori alla manifestazione e più di 400 i relatori”.

Per Nardi l'edizione 2013 si conferma “affascinante” e dal punto di vista dell'organizzazione e della logistica le cose sembrano poter funzionare ancora meglio: “Con l'esperienza dello scorso anno, abbiamo creato una macchina dell'accoglienza e una organizzazione ancora più efficace e puntuale, così da poter offrire a relatori e visitatori dell'Internet Festival, un'immagine della nostra città di grande affidabilità ed efficienza. Inoltre, si è rafforzata ancora di più la collaborazione tra tutte le componenti, pubbliche e private, che gravitano intorno a questo evento”.


Una riflessione finale è dedicata al periodo di svolgimento della manifestazione: “Potrebbe essere utile valutare l'ipotesi una de-stagionalizzazione dell'Internet Festival, spostandolo magari anche solo a novembre. Adesso siamo ancora in alta stagione, mentre destagionalizzarlo consentirebbe di garantire ai visitatori tariffe di accesso alle strutture turistico-ricettive più competitive, mentre l'indotto economico locale avrebbe evidenti benefici da un grande evento in bassa stagione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Internet Festival, in moto la macchina dell'accoglienza: ma il periodo è quello giusto?

PisaToday è in caricamento