Offerte di lavoro

Servizio civile: 44 posti presso le sedi Avis Toscana

Per l'area Pisa-Empolese Valdelsa è previsto un progetto con 9 posti disponibili

Sono 44 i posti di Servizio Civile Regionale a disposizione su altrettante sedi Avis della Toscana, grazie al Bando promosso dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì, il progetto dedicato all’autonomia dei giovani. Il bando è aperto ai giovani in età compresa fra 18 ed i 29 anni (quindi chi non ha ancora compiuto il 30° anno, ovvero 29 anni e 364 giorni), che siano regolarmente residenti, domiciliati o soggiornanti in Toscana, che siano disoccupati o inattivi (può fare domanda chi sta frequentando un corso di studi di qualunque tipologia), che siano in possesso di idoneità fisica e non abbiano riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo. Per l'area Pisa-Empolese Valdelsa si cercano 9 posti

Non possono presentare la loro candidatura i giovani che svolgono o hanno svolto in passato servizio civile nazionale/universale o regionale in Toscana o in altra regione in qualità di volontari, anche se hanno interrotto prima della scadenza prevista, ad eccezione di coloro che hanno cessato il servizio per malattia e i giovani che abbiano avuto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita con l’ente che realizza il progetto, a qualunque titolo, nell’ultimo anno e per un periodo di almeno sei mesi. 

La domanda può essere presentata entro e non oltre le ore 14 di venerdì 28 maggio esclusivamente online, accedendo all'apposito sito. Come di consueto, i giovani coinvolti vedranno riconosciuto un assegno mensile di 433,80 euro e al termine del progetto verrà rilasciato dai Centri per l'Impiego il libretto formativo del cittadino, nel quale saranno riportate le competenze acquisite durante i mesi di servizio. La domanda potrà essere presentata esclusivamente online. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio civile: 44 posti presso le sedi Avis Toscana

PisaToday è in caricamento