Natale e ultimo dell'anno al ristorante: "Buon livello di prenotazioni"

A tracciare una stima di ciò che aspetta i ristoratori pisani per queste festività è Daniela Petraglia, presidente di ConfRistoranti ConfcommercioPisa. Più turisti e prodotti di qualità le previsioni per il pranzo di Natale e il veglione del 31 dicembre

C'è ottimismo tra i ristoratori pisani in vista delle festività natalizie. A parlare è Daniela Petraglia, ristoratrice pisana, presidente di ConfRistoranti ConfcommercioPisa: “Questo Natale si presenta migliore rispetto a quello degli ultimi anni. Buono è il livello delle prenotazioni sia per il pranzo di Natale che per il veglione dell'ultimo dell'anno”.

A livello nazionale la Fipe stima che 7,3 milioni di italiani sceglieranno ristoranti e trattorie per il pranzo di Natale, in crescita del +2,8% rispetto allo scorso anno, per un giro d'affari complessivo di 308 milioni di euro.

“Sempre più clienti sono in cerca della qualità, magari a discapito della quantità - spiega Daniela Petraglia - e a Pisa e provincia sono molti i ristoranti che possono garantire una ottima qualità offrendo il meglio dei prodotti tipici del nostro territorio, come vino, pane, salumi, olio, formaggi”.

Petraglia sottolinea le differenze tra pranzo di Natale e veglione di Capodanno: “Intanto in termini di clientela: grande prevalenza di famiglie per il pranzo di Natale a base di una cucina più tradizionale come bolliti, cacciagione, tartufo e scontrino medio tra i 40 e i 50 euro. Più libertà per il veglione di Capodanno, a base di pesce con un prezzo che oscilla tra i 60 e gli 80 euro a persona, in cui oltre alle famiglie si prevede una clientela più giovane, attratta dalle varie inziative ed eventi che costelleranno l'ultima notte dell'anno a Pisa e provincia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Petraglia chiude con una nota di ottimismo anche per quanto riguarda i turisti: “Quest'anno riscontriamo una presenza maggiore di turisti in città, in stragrande maggioranza europei che hanno scelto Pisa per trascorrere qualche giorno festivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, nuovo picco: 2.765 positivi, 326 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Cisanello, ambulanze in fila per l'area Covid: "In piena fase emergenziale, serve la collaborazione di tutti"

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Coronavirus in Toscana: 1.526 nuovi casi e 11 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento