Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Aeroporto Galilei: ecco il nuovo progetto di ampliamento da 60 milioni di euro

Presentato giovedì mattina il piano di sviluppo che porterà la capacità aeroportuale del Galilei fino a un massimo di 7/8 milioni di passeggeri annui. Giani: "Finalmente un terminal adeguato alle nostre strategie di crescita"

Presentato questa mattina il nuovo progetto di ampliamento dell'aeroporto internazionale Galileo Galilei di Pisa. Il piano, rivisto dai tecnici di Corporacion America in collaborazione con la Direzione tecnica Sat, prevede la realizzazione di una prima fase di interventi per aumentare sin da subito la capacità aeroportuale del terminal fino a 6,5 milioni di passeggeri annui. Al termine di questa prima fase la superficie totale del terminal passerà da 29.800 a 41.000 mq (+38%) con incremento di: gate (da 13 a 16), varchi security (da 8 a 11) e di aree commerciali (+2.100 mq., pari ad aumento del 46% rispetto a quelle attuali).

"Finalmente - ha detto Gina Giani, amministratore delegato di Sat Spa - avremo un terminal passeggeri con livelli di servizio in linea con le nostre strategie di sviluppo. Dopo aver inaugurato la nuova pista principale, constatato l'avanzamento dei lavori per il People Mover e delocalizzato molti degli insediamenti di via Cariola, procede dunque il Piano di sviluppo aeroportuale del Galilei".

Soddisfatto anche Roberto Vergari, direttore Centrale infrastrutture aeroporti spazio aereo dell'Enac. "L'unificazione della gestione del sistema aeroportuale toscano - ha affermato Vergari - in armonia con le previsioni del Piano nazionale degli aeroporti porterà in maniera organica e ragionata a soddisfare la domanda di traffico per i prossimi anni stimata in circa 12 milioni di passeggeri. L'ampliamento dell'aerostazione di Pisa significa però anche venire incontro alle esigenze dei passeggeri che vedranno aumentare la qualità dei servizi offerti".

Alla presentazione del nuovo progetto erano presenti anche il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, il Presidente di Adf Spa, Marco Carrai, e il presidente di Corporacion America Italia, Roberto Naldi.

IL PROGETTO. La prima fase dei lavori comporta un investimento pari a 33,7 milioni di euro e rientra nel più ampio programma d'interventi, per un impegno complessivo di 60 milioni di euro, che porteranno la capacità aeroportuale del Galilei fino a un massimo di 7/8 milioni di passeggeri annui. Con la realizzazione delle opere previste in questa prima fase il Galilei sarà in grado di gestire la crescita del traffico aereo con livelli di servizi elevati, migliorando la gestione dei flussi dei passeggeri in arrivo e in partenza.

In particolare sarà migliorato il rapporto tra terminal e piazzali degli aeromobili, l'equilibrio volumetrico e compositivo del terminal, i flussi e i percorsi dei passeggeri e di conseguenza l'esperienza degli stessi, le condizioni di sicurezza separando i flussi di imbarchi dalla viabilità perimetrale, la possibilità di gestire contemporaneamente due voli intercontinentali, l'inserimento di eventuali ulteriori finger, l'ampliamento dell'area riconsegna bagagli e, infine, la circolazione dei mezzi di rampa. L'incremento delle aree da adibire ad attività 'food & retail' consentirà una ridefinizione dell'offerta commerciale dell'aeroporto con conseguenti benefici in termini di ricavi 'non aviation', e l'adeguamento degli impianti tecnologici sarà effettuato nell'ottica di compatibilità ambientale e di efficenza energetica in linea con gli standard europei.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto Galilei: ecco il nuovo progetto di ampliamento da 60 milioni di euro

PisaToday è in caricamento