Saldi invernali, i numeri: "Calano gli acquisti anche per colpa del Black Friday"

Le rilevazioni fornite da Confesercenti e Federconsumatori e i consigli per acquistare online

Complice il Black Friday, quest’anno le famiglie spenderanno di meno rispetto al 2019. E' quanto emerge da due differenti rilevazioni fatte da Confesercenti e da Federconsumatori sui saldi invernali in partenza, in Toscana, il 4 gennaio.

Secondo il presidente dell'area pisana di Confesercenti Toscana Nord, Luigi Micheletti, parlare di saldi fine stagione il 4 gennaio "non ha senso. La logica direbbe che gli sconti dovrebbero partire come minimo da metà febbraio. Ma ormai il nostro settore sta vivendo una crisi quasi irreversibile e quindi ci si aggrappa ai saldi. Del resto, secondo uno studio realizzato da Confesercenti nazionale su un campione di 1.200 consumatori, oltre 4 italiani su dieci (il 41%) hanno già programmato di approfittare dei saldi per acquistare uno o più prodotti, per un budget medio previsto di 168 euro a persona anche nella nostra città". L'associazione di categoria sottolinea come nel 2019 il 48% degli italiani prese parte ai saldi. Le previsioni parlano quindi di "numeri in leggero calo" nel 2020.

Secondo lo studio di Confesercenti "in cima ai desideri degli italiani ci sono le scarpe con il 47% degli intervistati, seguono prodotti di maglieria (45%), capispalla (27%), capi di camiceria (26%), magliette e intimo (entrambi al 22%). Ma c’è anche un 15% in cerca di borse ed un 12% di altri accessori, dalle sciarpe alle cinture. "Dal nostro sondaggio - conclude Micheletti - emerge comunque un aspetto positivo. Nonostante la crescente concorrenza del web, i saldi rimangono un evento legato soprattutto ai negozi fisici, scelti dai consumatori 8 volte su 10".

A fornire numeri in parte diversi è invece l'osservatorio nazionale di Federconsumatori secondo il quale "gli acquisti verranno effettuati dal 38% delle famiglie (pari circa a 9,3 milioni di famiglie) e l’andamento delle vendite sarà in lieve calo rispetto allo scorso anno con una diminuzione dell'1,3% e una spesa media di 179,20 euro per ogni famiglia". Una diminuzione, sottolinea l'osservatorio, "dovuta specialmente all’andamento delle vendite in occasione del Black Friday: se prima le famiglie preferivano rimandare qualche regalo di Natale o il proprio shopping al periodo dei saldi, quest’anno hanno approfittato delle promozioni del venerdì nero, con il vantaggio di avere più probabilità di aggiudicarsi il capo desiderato".

I consigli per gli acquisti online

Per quanto riguarda gli acquisti online Federconsumatori ricorda che "nel caso dello shopping online è opportuno controllare con attenzione la completezza e l’esaustività della descrizione del prodotto e la buona qualità delle immagini disponibili per inquadrare il prodotto nel suo complesso" e sottolinea che l'utente "ha 14 giorni di tempo a partire dal momento della consegna per restituire il prodotto e richiedere il rimborso totale dell’importo pagato". Nel caso in cui l’acquisto non avvenga dal sito dell'azienda ma attraverso un’altra piattaforma, è necessario verificare l’affidabilità dell’intermediario e la provenienza della merce. "Per garantire la sicurezza dei pagamenti è importante utilizzare una connessione protetta, controllare che l'indirizzo del sito web sia preceduto da HTTPS (e non da HTTP) e verificare la presenza, in basso a destra nella pagina della transazione, la presenza dell'immagine di un lucchetto. Ricordiamo infine che tutti i siti sono tenuti a riportare l'informativa sulla privacy e sul trattamento dei dati personali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • Cede il fondo stradale: chiuso cavalcavia della superstrada

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

Torna su
PisaToday è in caricamento