Economia

Saldi, la Regione Toscana è fiduciosa: "Invertire la rotta è possibile"

La scelta della data del 4 gennaio come inizio dei saldi è stata dettata anche dalla presenza di turisti nelle varie città visto il periodo ancora festivo. L'assessore Scaletti promette: "Nel 2014 maggiori agevolazioni per il settore del commercio"

Grande speranza è riposta nei saldi invernali iniziati in Toscana sabato scorso. C'è voglia di ripartire, di far tornare a girare l'economia dopo un periodo buio dal quale sembra davvero difficile uscire. Ed è proprio per cercare di invertire la rotta che la Regione ha optato per il 4 gennaio. "La Toscana - spiega infatti l'assessore regionale al commercio, turismo e cultura Cristina Scaletti - d'intesa con le Regioni confinanti e con il parere positivo delle categorie, ha scelto non a caso di far partire i saldi nel primo sabato dell'anno nuovo e in mezzo ad un periodo festivo. Molti turisti sono ancora nelle nostre città e la speranza è che un po' di serenità aiuti i cittadini a scegliere l'occasione cercata, magari con maggiore attenzione che in passato, ma a scegliere e ad acquistare. Gli anni passati - dice ancora - hanno lasciato davvero un segno pesante nei redditi delle famiglie e nel giro di affari degli esercizi, soprattutto di quelli più piccoli, stritolati nella maglie della crisi e anche dagli scossoni ricevuti da qualche eccesso di liberalizzazione, che ha di fatto schiacciato questo segmento del mercato. Nelle prossime ore cominceranno a circolare i primi dati e ci permetteranno di valutare l'impatto dei saldi. Mi auguro che siano finalmente il segnale di una voglia di ripartire per uscire da una crisi che ha depresso profondamente la nostra società".

"Per parte nostra - conclude l'assessore - rinnovo al mondo del commercio l'impegno assunto alla fine dell'anno: il 2014 sarà l'anno della revisione della legge regionale sul settore. Il nostro obiettivo sarà quello di fare la cosa più utile semplificando gli adempimenti amministrativi, eliminando i passaggi non necessari e arcaici per contribuire così alla riduzione dei costi di gestione degli esercizi. Stanzieremo anche nuovi fondi per sostenere finanziariamente chi vuole investire e ammodernare scommettendo su una ripartenza che, con il turismo, abbiamo dimostrato essere possibile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi, la Regione Toscana è fiduciosa: "Invertire la rotta è possibile"

PisaToday è in caricamento