Giovedì, 24 Giugno 2021
Economia

Saldi, il weekend di Befana è ok: 'si spende e spande' per i bambini

Confcommercio ha tracciato un primo bilancio dei ribassi iniziati sabato scorso. Gli acquirenti aspettano i saldi per comprare oggetti di una certa importanza come piumini e cappotti. Media scontrino: 40 euro

E' un inizio positivo quello dei saldi 2013. Il primo week-end ha visto i negozi pisani affollati e i due terzi dei commercianti, secondo una indagine flash di Confcommercio Pisa, si dichiarano soddisfatti e/o moderatamente soddisfatti. Tracciando un bilancio, si può dire che complessivamente in questi “Saldi della Befana” gli affari sono aumentati di un +3% rispetto all'inizio dei saldi dello scorso anno. Molto afflusso di persone, in particolare nella giornata di sabato, più fiacco il movimento la domenica di Befana.

Da un punto di vista economico, gli affari non sono stati comunque eccezionali, visto che la media scontrino si aggira sui 40 euro a cliente. La tendenza delle vendite fa registrare un buon andamento dei cosiddetti capispalla, ovvero giacche, cappotti e soprattutto piumini, quest'anno tornati prepotentemente di moda. Bene anche la vendita di maglieria. E' ormai una tendenza consolidata, e confermata anche in questo 2013, il fatto che le famiglie attendono l'avvio dei saldi per fare acquisti di una certa importanza, sfruttando l'occasione di prezzi più accessibili per acquistare oggetti qualità. Si conferma in grande spolvero anche la moda bambino, per il quale le famiglie sono sempre pronte a spendere. Bene anche la vendita di scarpe, tengono le posizioni gli accessori e l'intimo.

“L'inizio dei saldi promette bene, con la conferma da parte dei clienti dell'ottimo gradimento che riscuote questo tipo di iniziative - afferma Federico Pieragnoli, direttore Confcommercio Pisa - i primi dati della situazione pisana sono positivi, seppur di una percentuale non eclatante, ma questo fatto ci permette comunque di guardare con meno preoccupazione e con più fiducia alle prossime settimane. C'è bisogno di ritrovare un clima di fiducia generale, sollevando le famiglie e le imprese italiane dall'incubo di una tassazione sempre più pervasiva e sempre più inaccettabile, anche a livello di tributi locali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi, il weekend di Befana è ok: 'si spende e spande' per i bambini

PisaToday è in caricamento