rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia

Lo sport come 'esca' per attirare turisti a Pisa e in Toscana

Nel corso del convegno che si è tenuto sabato 19 marzo all'Hotel Galilei è stato fatto il punto sull'importanza dello sport per incrementare il turismo. Pisa punta sui nuovi sport che attraggono visitatori

Il turismo sportivo come opportunità di crescita per Pisa. Il tema è stato analizzato sabato mattina all’Hotel Galilei in un convegno molto partecipato. In due mesi già migliaia di persone hanno riempito alberghi e ristoranti di Pisa e non solo.

“Un indotto importante per la nostra città - ha affermato l’assessore allo Sport del Comune di Pisa Salvatore Sanzo - a beneficiarne sono anche i Comuni limitrofi, come San Giuliano Terme. Oltre 1060 iscritti alla Rowing Marathon, 256 coppie per il beach tennis, 700 persone per l'hockey indoor. Più addetti, tifosi, familiari. Nuovi sport che portano economia a costi bassissimi. Dobbiamo organizzarci per diventare una filiera unica e lavorare sempre meglio in questa direzione. Pisa Città Europea della Sport vuol dire non solo promuovere le tante associazioni del nostro territorio, ma anche coinvolgere i paradisi che la nostra città offre. Pisa Città Europea dello Sport è come una start up che ci farà crescere tanto nel 2017. Un patrimonio vero da valorizzare ed aiutare”.

"Chi viaggia - ha affermato l'assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo, presente al convegno - è alla ricerca di esperienze dirette da vivere e pianifica la propria vacanza sempre di più anche in funzione delle caratteristiche dell'offerta sportiva. E' in crescita un turismo 'di passioni', come può essere lo sport, e un turista di questo tipo è più esigente nella ricerca ma anche disponibile a spendere per la propria passione. Ci sono destinazioni mature dal punto di vista turistico che si sono rilanciate grazie ad un nuovo profilo sportivo. E' un'offerta che si rafforza non solo con i grandi eventi, ma facendo crescere lo sport di base ed amatoriale. Non servono i grandi progetti - ha sottolineato - ma cura del territorio e manutenzione degli impianti. Così si fa accoglienza per lo sport diffuso".

"L'impegno sul quale stiamo lavorando - ha detto nel suo intervento il direttore di Toscana Promozione, Alberto Peruzzini - è quello di mettere a sistema il carnet di offerte in questo settore per creare motivazioni di viaggio stabili, attrattive sia sul mercato nazionale che internazionale. Pisa città europea dello sport sarà una grande occasione per tutta la regione e quest'anno la previsione di eventi sportivi di qualità è del 30 per cento in più rispetto al recente passato. Abbiamo pensato a un progetto ad hoc per mettere in rete l'offerta e promuoverla sui mercati interessati all'offerta sportiva, cercando di individuare la tipologia sportiva per ciascun mercato di interesse. Pensiamo ad un piano pluriennale d'intervento per arrivare a incrementare il numero dei turisti, la capacità di spesa e la ricaduta economica su vari settori della nostra regione. Si può crescere di tanto - ha sottolineato - sopratutto se si è
forti sui prodotti turistici emergenti, i cosidetti trend setter, e il turismo sportivo è uno di questi, insieme al wedding o alla visita delle cantine: settori a forte motivazione e se la Toscana sarà in grado di soddisfare questa motivazioni, sarà sempre più competitiva".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo sport come 'esca' per attirare turisti a Pisa e in Toscana

PisaToday è in caricamento