rotate-mobile
Economia

Darsena Pisana: Terranova approda ai Navicelli e porta con sé trenta posti di lavoro

Il prestigioso marchio ha acquistato il capannone ex Benetti. Entro l'anno il via alla produzione di tre yachts Terranova. Caridi (Navicelli Spa): "Segnale importante che testimonia la ripresa della nautica pisana"

Un nuovo cantiere si insedia nell'area del Consorzio I Navicelli e porta con sè una trentina di posti di lavoro. Si chiama Terranova Italian Yachts ed è il prestigioso marchio che ha appena acquistato dal Tribunale di Lucca il capannone ex Benetti Sails Division. All'interno della struttura sono al momento in corso alcuni lavori di ristrutturazione interna, tinteggiatura e posa del carroponte. Entro l'anno dovrebbe invece partire la produzione vera e propria degli Yatchs Terranova che prevede la realizzazione di 3 imbarcazioni, fra i 68' e i 115'. "A pieno regime - afferma Massimigliano Zilioli, ceo del cantiere bergamasco - avremmo bisogno di 30/40 lavoratori più i terzisti, a cui si sommerà la collaborazione con i numerosi fornitori della zona".

Soddisfatto l'amministratore unico della Navicelli Spa, Giandomenico Caridi. "E' un segnale importante - afferma Caridi - che sommato a quelli dei mesi scorsi testimonia una ripresa della cantieristica e del settore nautico pisano". Sulla stessa linea il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi. "Quello dei Navicelli - dice il primo cittadino - è uno snodo importante per tutta la regione. L'arrivo di imprenditori disposti a fare investimenti sul territorio è sempre una bella notizia. Come amministrazione abbiamo usato tutti i nostri mezzi per affrontare il momento di crisi che caratterizzava anche questo settore e finalmente si iniziano a vedere dei risultati importanti. Continueremo a scommettere su quest'area".

LA NUOVA AZIENDA. La Terranova Italian Yachts è 100% italiana ed ha rilevato un anno fa il cantiere della precedente gestione, la Terranova Yachts, continuando il percorso intrapreso e apportando ulteriori migliorie. Nuove anche proprietà e staff, che insieme formano un team di lavoro con una pluriennale esperienza nel settore. Titolare della società è Massimigliano Zilioli, armatore da più di venti anni, con una conoscenza approfondita delle diverse tipologie di imbarcazioni e della vita in mare aperto. Le imbarcazioni vengono progettate e realizzate tra Pisa e Viareggio e sono concepite per lunghe tratte.

IL PUNTO SULL'AREA DEI NAVICELLI. Caridi ha anche fatto il punto sulla situazione degli altri cantieri. Nell'area della Darsena Pisana l'ultimo arrivo è Fortune Yachts che opera su Dubai, mentre prosegue l'attività anche la Nautica Lupo e Overmarine. L'area del cantiere Ex Fashion Yacht è stata data in subconcessione e lavora a pieno regime un fornitore Benetti, Mec Carpem Salda. Sempre nell'area della Darsena pisana operano anche la Compagnia Interportuale Pisana, i Cantieri di Pisa e la Società Navale Pisa Srl. Nell'area Sviluppo Navicelli il cantiere più importante è sicuramente Seven Star, che nel 2015 ha realizzato 52 imbarcazioni, tra refitting e rimessaggio, e che quest'anno raddoppierà la produzione (sono già 104 gli ordini ricevuti per il 2016). Presenti anche i cantieri Codecasa e Deriv Yacht, dove vengono fatte lavorazioni per Benetti. Passando all'area Tombolo una delle più importanti realtà è invece Austin Parker, attiva nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di navi da diporto da 36 a 74 piedi. L'azienda quest'anno ha fatto segnare un forte aumento di produzione soprattutto verso i mercati statunitensi e australiani.

Proseguono anche gli interventi di dragaggio, che permetteranno di dragare i punti critici di tutto il tratto di canale, e l'attività di ricerca del Centro Servizi. Il prossimo 17 marzo infine si terrà a Pisa l'assemblea generale annuale di Netwerc H20, l'organizzazione internazionale che aggrega 24 stati a livello mondiale, conta circa 200 membri e promuove l'adozione di modelli sostenibili di gestione delle acque. "Rimane qualcosa da completare - conclude Caridi - ma siamo soddisfatti dell'andamento del mercato che, dopo un periodo di crisi, evidenzia segnali di ripresa economica e occupazionale. Nella nostra area lavorano più di mille persone, ma siamo convinti che presto questo numero crescerà sensibilmente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Darsena Pisana: Terranova approda ai Navicelli e porta con sé trenta posti di lavoro

PisaToday è in caricamento