rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Economia

Terza Giornata della Trasparenza della Camera di Commercio di Pisa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Più che positivi i risultati che la Camera di Commercio di Pisa ha presentato nel corso della terza Giornata della Trasparenza relativa al 2012. In un contesto di forte crisi economica, l’Ente camerale, nel rispetto degli equilibri di bilancio, ha spinto la propria azione verso l’efficienza e lo sviluppo del territorio.

Per il terzo anno consecutivo, l’Ente ha, infatti, ridotto i costi di funzionamento ed incrementato la produttività del personale. I costi di funzionamento sono stati il 12% del totale (contro una media regionale del 16%) rappresentando il minor costo per impresa attiva della Toscana (67 euro, contro una media di 90). Inferiore alla media regionale, anche l’incidenza dei costi del personale:  il 21%, contro il  27% della media  delle Camere toscane.

Il Bilancio 2012, in attivo per quasi 900mila euro, vede interventi economici per 5 milioni e 300 mila euro (+4,3% rispetto al 2011). Tale risultato, già di per sé significativo, lo è ancor di più se valutato nel contesto regionale: gli interventi economici della Camera di Commercio di Pisa rappresentano, infatti, il 39% dei costi correnti, la migliore prestazione tra le Camere toscane, dove la media si attesta al 27%.

La quota più elevata tra gli Interventi economici è, come di consueto a Pisa, quella destinata al credito: ben 3 milioni di euro, la cifra più alta di sempre. Di questi, 1.850.000 euro sono stati spesi in contributi per nuovi investimenti che hanno generato acquisti da parte delle imprese per oltre 19 milioni di euro.

Il secondo ambito di intervento è stato l’internazionalizzazione e la promozione del territorio: due aree nelle quali la Camera ha operato in sinergia con le Associazioni di rappresentanza portando all’estero quasi 200 piccole e medie imprese.

Complessivamente, nel 2012 la Camera ha creato valore aggiunto per 10 milioni di euro in termini di interventi economici (contributi per l’accesso al credito, fiere, formazione, promozione, ecc.) e di servizi offerti (registro delle imprese, conciliazione, attività dei metrici e molti altri) di cui 7,4 milioni direttamente distribuiti al sistema economico locale. Si tratta di ben 197 euro per ognuna delle circa 38.000 imprese attive sul nostro territorio: un risultato che pone Pisa al di sopra della media regionale 2011, pari a 174 euro.

IL PUNTO DI VISTA DEL PRESIDENTE PIERFRANCESCO PACINI

“La Giornata della trasparenza - commenta Pierfrancesco Pacini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa – non è un mero adempimento, quanto piuttosto un’occasione per rappresentare il lavoro svolto e affermare il ruolo di un’istituzione che persegue l’efficienza e l’efficacia dei suoi servizi. Due dati per tutti: mediamente paghiamo i fornitori in 17 giorni  e oltre il 90% dei soggetti (imprese e professionisti) coinvolti nell’indagine biennale di customer satisfation ha dichiarato la propria soddisfazione per i servizi ottenuti.

In particolare voglio ricordare il nostro impegno diretto per il credito - ben 3 milioni di euro per contributi a fondo perduto, microprestiti e i Confidi -, ma anche per l’internazionalizzazione e la promozione del turismo, in questa fase di vuoto istituzionale creato dalla riforma delle province e delle APT e dagli annosi problemi di Toscana promozione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza Giornata della Trasparenza della Camera di Commercio di Pisa

PisaToday è in caricamento