rotate-mobile
Economia

Toscana Aeroporti, lontani gli anni del Covid: gli scali di Pisa e Firenze riprendono il volo

Approvato il Bilancio di Esercizio e il Bilancio Consolidato 2022. Netta ripresa dopo il periodo della pandemia

Sono stati approvati ieri dal Consiglio di amministrazione di Toscana Aeroporti, società che gestisce gli aeroporti di Firenze e di Pisa, il Progetto di Bilancio di Esercizio e il Bilancio Consolidato per l’esercizio 2022 oltre che la dichiarazione consolidata di carattere non finanziario al 31 dicembre 2022.
“Gli ottimi risultati raggiunti nel 2022 per entrambi gli scali aeroportuali di Firenze e Pisa confermano la ripartenza del settore aeroportuale con la significativa ripresa dei volumi di traffico e l’avvicinamento ai livelli pre-covid del 2019 - sottolinea il presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai - registriamo inoltre il ritorno all’utile di esercizio per la società dopo i difficili anni della pandemia. Per il prossimo futuro, sebbene il contesto geopolitico e macroeconomico presenti diversi fattori d’incertezza, continuiamo a guardare avanti con fiducia e ottimismo confermando la visione strategica e il progetto industriale di Toscana Aeroporti con un focus particolare alle tematiche ESG di sostenibilità ambientale”.

Traffico passeggeri

Il 2022 si è chiuso con 6,7 milioni di passeggeri complessivamente transitati dal Sistema Aeroportuale Toscano. Il risultato, corrispondente ad una crescita del +137,0% rispetto al 2021 e a un recupero dell’81,4% rispetto al traffico del 2019 (anno pre-Covid), è principalmente conseguente al deciso incremento registrato sia dalla componente di traffico internazionale (+177,7%) che da quella domestica (+62,2%). La diversa percentuale
di crescita delle due componenti di traffico è dovuta al positivo impatto dell’allentamento delle restrizioni sulla mobilità dei passeggeri tra i Paesi dell’Unione Europea e quelli extra UE sul Sistema Aeroportuale Toscano, caratterizzato da una forte prevalenza di turismo internazionale incoming.

In deciso aumento sia i movimenti dei voli totali (+74,1%) che il load factor dei voli di linea (+11,7 punti percentuali), quest’ultimo passato dal 68,4% del 2021 all’80,1% del 2022 e in avvicinamento rispetto all’83,9% registrato nell’anno pre-covid del 2019.

Risultati economici consolidati

I ricavi consolidati evidenziano complessivamente un incremento dell’86,3% passando da 48,5 milioni di euro ai 90,4 milioni di euro ma, considerando i ricavi operativi (ovvero al netto dei ricavi per servizi di costruzione, collegati ai minori investimenti realizzati, e degli altri ricavi), l’incremento rispetto al 2021 è del 118,6%, da 35,1 milioni di euro del 2021 a 76,8 milioni di euro del 2022. Nel dettaglio, in conseguenza della decisa ripresa del traffico rispetto al 2021, i ricavi Aviation aumentano del 117,5% e i ricavi Non Aviation del 112,4%. I ricavi per servizi di costruzione, direttamente correlati agli investimenti realizzati sono in flessione del 35,7%. Infine, il calo degli Altri proventi (-93,2% sul 2021) deriva principalmente dal fatto che nel 2021 questa voce includeva il contributo (7,7 milioni di euro) del Fondo di compensazione a favore del gestore aeroportuale per danni da Covid-19.

I costi totali registrano nel 2022 un incremento del 35,0% rispetto al 2021. In particolare, i costi operativi mostrano un aumento del 52,7% mentre i costi per servizi di costruzione, per le stesse motivazioni già indicate a commento della corrispondente voce di ricavo, un calo del 40,9%. Analizzando nel dettaglio le principali voci dei costi operativi, i costi per servizi mostrano un incremento del 76,7% rispetto al 2021 mentre il costo del personale del 23,6%, prevalentemente in conseguenza del maggior traffico gestito nel 2022.

Nel 2022 il Gruppo Toscana Aeroporti ha consuntivato un utile di 4,7 milioni di euro, in deciso miglioramento rispetto alla perdita di 5,3 milioni di euro del 2021.

Per quanto riguarda il prossimo futuro la società vede positivo. "Nonostante i fattori di incertezza legati principalmente alle tensioni internazionali in conseguenza del conflitto tuttora in corso fra Russia e Ucraina e dal perdurare di dinamiche inflazionistiche - sottolineano da Toscana Aeroporti - la società rimane fiduciosa sul continuo miglioramento dei risultati attesi grazie anche all’incremento del traffico passeggeri registrato nei primi mesi dell’anno presso entrambi gli aeroportuali toscani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana Aeroporti, lontani gli anni del Covid: gli scali di Pisa e Firenze riprendono il volo

PisaToday è in caricamento