Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Vola il settore auto: tra nuovo ed usato

Torna a crescere il settore dell’auto con particolare riguardo per ciò che concerne la produzione di vetture nuove. Nel mese di marzo, per capirci, la produzione è aumentata del 18,3%: un dato di tutto rispetto elaborato dall’Istat che mette in evidenza la grande crescita che questo comparto ha vissuto.

Dopo anni di buio e stallo quindi, anche il mondo delle vetture, da intendersi qui come auto di nuova immatricolazione, lancia un segnale piuttosto evidente. Un risultato che ha tante chiavi di lettura, dal ai perduto amore degli italiano verso l’automobile ad una politica di incentivi da parte dello Stato in termini di acquisto auto passando per tassi di interesse favorevoli. 

Il ritorno di questo comparto fa da eco a quanto in questi anni si è visto in tema di usato; per tutto questo lungo tempo di crisi infatti, a tirare la carretta ci ha pensato proprio il settore usato. Se il mondo dell’auto ha resistito il merito è da rintracciarsi proprio in un mercato parallelo, quello rivolto alle auto usate e spesso caratterizzato da strumenti alternativi. Come ad esempio il mondo dei compro auto usate

Nuovi intermediari moderni che hanno ridisegnato dalle fondamenta il mercato dell’auto, almeno per quanto riguarda quello dell’usato. Sfruttando la crisi economica e la voglia di molti italiani di vendere l’auto in tempi rapidi, in un mercato sostanzialmente bloccato quale quello attuale, sono riusciti a fornire un servizio alternativo e certamente valido di compravendita.

Come funziona il mondo dei compro auto usate? Si tratta di un modo di vendere una vettura che fa risparmiare tantissimo tempo e lavoro. Per la verità l’elemento tempo viene quasi del tutto azzerato: tutto ciò che occorre è andare a scegliere l’intermediario al quale affidarsi (non tutti sono affidabili, attenzione: alcuni operano sul mercato non avendo alcun ruolo né posizione ufficiale); portare la macchina presso la sua sede per farsela valutare; e sula base della quotazione fatta, decidere se accettare o meno l’offerta ricevuta.

Nel concreto si può riuscire a vendere una vettura nel giro di poche ore. Un vantaggio enorme per il cliente proprietario di una vettura usata che magari ha provato per diversi mesi, senza successo, a vendere la propria auto. Perché farlo privatamente è tutt’altro che facile e immediato. Il rischio è quello di restare agganciati per mesi.

Grazie ai servizi di compro auto quindi è stato possibile mantenere il mercato dell’automobile in vita anche nei momenti di crisi più dura; adesso, a quanto sembra, anche il comparto del nuovo sta iniziando a ripartire.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vola il settore auto: tra nuovo ed usato

PisaToday è in caricamento