Zootecnia, programma di valorizzazione: contributi fino a 26mila euro

La provincia di Pisa ha approvato il piano per il 2011: sostegno alla diffusione dei marchi come l'Agnello Pomarancino. Sul sito dell'ente il bando

Approvato dalla Provincia di Pisa, sulla base della proposta formulata dall’Apa-associazione allevatori, il programma 2011 degli interventi per la valorizzazione della zootecnia. Un comparto importante per l’economia del territorio, prevalentemente localizzato nelle zone collinari e dotato di grandi potenzialità produttive, ma colpito da una grave crisi che ha determinato un forte calo del numero di imprese.

“Lo stato di difficoltà della pastorizia - spiega per la stessa Provincia l’assessore allo sviluppo rurale Giacomo Sanavio - dipende sostanzialmente dal fatto che la maggioranza degli operatori produce e vende latte per la caseificazione e, in subordine, agnelli da latte: e il prezzo dell’uno e degli altri, stabilito dall’industria o dal commercio, non è remunerativo dei costi sostenuti. La debolezza contrattuale degli allevatori dev’essere supportata sia con azioni mirate, incentivando ad esempio l’adesione ai marchi (Agnello Nero e Bianco Toscano; Agnello Pomarancino), sia attraverso la costruzione di un sistema logistico locale che riorganizzi la filiera (macellazione, trasformazione e distribuzione delle produzioni locali) ponendola quale elemento centrale da riaffermare in tutta la programmazione, a partire dai piani regionali”.

Quanto ai contenuti specifici, in continuità con i percorsi già avviati, sono tre i sottoprogetti previsti dal programma 2011: l’organizzazione della tradizionale rassegna dei prodotti zootecnici pisani; il sostegno al settore ovino mediante sistemi di rintracciabilità degli agnelli; le iniziative per la diffusione di metodiche di prevenzione dei danni da lupo. “In merito a quest’ultimo aspetto - aggiunge Sanavio - è stato pubblicato, sul sito della Provincia, il bando d’accesso al finanziamento di opere a tutela del settore zootecnico soggetto a predazione, ai sensi della Legge Regionale 26/2005”. La scadenza per la presentazione delle domande è il 24 settembre: previsti contributi fino al 40% della spesa ammessa (50% per le zone svantaggiate o montane), fino a un massimo di 26mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 252 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento