Venerdì, 25 Giugno 2021
Eventi Centro Storico / Piazza del Duomo

Anima Mundi: a settembre si rinnova l'appuntamento con la musica sacra

Una lunga lista di appuntamenti che si dislocheranno tra Camposanto Monumentale e Cattedrale. L'ingresso anche quest'anno sarà gratuito

Si terrà a Pisa dal 10 al 24 settembre 2016 la XVIª edizione di Anima Mundi, rassegna internazionale di musica sacra. Organizzata dall’Opera della Primaziale Pisana, con il contributo della Fondazione Pisa e del Comune di Pisa e con il sostegno di Gi-Group agenzia per il lavoro, propone sette concerti nella splendida e incantata cornice della Cattedrale e del Camposanto Monumentale di Pisa.

Nata nel 2001 da un’idea artistica proposta da Giuseppe Sinopoli, Anima Mundi si è sviluppata grazie al fecondo contributo del direttore artistico Sergio Sablich, scomparso nel 2005, fino a diventare un appuntamento consolidato tra i più importanti e prestigiosi del genere a livello nazionale e internazionale. Dal 2006 la direzione artistica è affidata Sir John Eliot Gardiner, che con le sue scelte ha rafforzato lo straordinario rapporto tra la musica e l’architettura che la ospita.

Due grandi oratori dell’Ottocento aprono e chiudono in Cattedrale la nuova edizione di Anima Mundi. Esordio sabato 10 settembre con Santa Ludmilla di Antonín Dvo?ák, pagina insolita ma fascinosissima della religiosità del tardo Romanticismo, portata a Pisa da un direttore che sta destando grande interesse, Ondrej Vrabek, alla testa di complessi fra i più autorevoli della Repubblica Cèca, la Filarmonica di Brno e il leggendario Coro Filarmonico di Praga. Si chiude, sabato 24, dopo due settimane come sempre intense e ricche di proposte, con il Paulus di Felix Mendelssohn-Bartholdy. Fra l’uno e l’altro, cinque appuntamenti dedicati alla musica di ispirazione religiosa, alternandosi fra i grandi spazi della Cattedrale e la suggestione irripetibile del Camposanto e oscillando per lo più fra Praga e la Boemia e il mondo tedesco.

Il grande Barocco è proposto anzitutto dall’Accademia Giocosa di Monaco che lunedì 12 in Camposanto propone una rilettura di Johann Sebastian Bach e Georg Philipp Telemann, ma anche di un grande cèco, Jan Dismas Zelenka. Spazia invece dal Rinascimento veneziano di Giovanni Gabrieli al nostro tempo, con John Tavener, Arvo Pärt e il pezzo vincitore della IX edizione del concorso internazionale di composizione sacra il concerto del 15 settembre in Cattedrale, con il coro Costanzo Porta, conoscenza di Anima Mundi così come la Rinnovata Accademia dei Generosi che gli tiene compagnia sotto la direzione di Antonio Greco. Mozart e il Romanticismo di Robert Schumann e Franz Liszt, invece, nel programma di sabato 17 in Camposanto dedicato alla viola da poco restaurata, uno dei tesori musicali più preziosi della Cattedrale, suonata da Lorenzo Corti insieme con due solisti celebri come Pascal Moraguès e Alexander Romanovsky.

Ancora Bach e Zelenka martedì 20 in Cattedrale, con gli specialisti praghesi del Collegium 1704: entrambi rappresentati da un grande lavoro ispirato alla liturgia romana, rispettivamente il festoso e fastoso Magnificat e la Missa Omnium Sanctorum, per aprire una terna finale di concerti specialmente ambiziosi. Giovedì 22 in Cattedrale l’immancabile appuntamento con sir John Eliot Gardiner e i suoi magnifici complessi, gli English Baroque Soloists e il Monteverdi Choir, in uno dei capolavori più alti di tutta la storia della musica, la Passione secondo Matteo di Johann Sebastian Bach, in ideale dialogo con il Paulus conclusivo, affidato a interpreti ancora una volta monacensi, Hansjörg Albrecht e il suo Münchner Bach-Chor, uniti all’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, protagonisti del concerto finale in Cattedrale, il 24 settembre.

INFORMAZIONI PER L'INGRESSO AI CONCERTI

L’ingresso ai concerti della rassegna di musica sacra Anima Mundi sarà gratuito anche quest’anno.
La prenotazione dei tagliandi per tutti i concerti in programma potrà essere effettuata solo online (www.vivaticket.it) a partire da giovedì 1 settembre alle ore 10.00, fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione online terminerà in ogni caso alle ore 18 del giorno del concerto.

L’accesso alla biglietteria online prevede un’iscrizione e con lo stesso nominativo possono essere prenotati fino a un massimo di due ingressi per ogni concerto. I voucher così ottenuti possono essere convertiti con il regolare biglietto di ingresso solamente il giorno stesso del concerto scelto presso la segreteria Anima Mundi, dalle ore 10 alle ore 20, orario continuato. Dalle ore 20 alle ore 21 di ogni giorno di concerto i biglietti non ritirati verranno rimessi in distribuzione per il concerto della serata solo presso la segreteria Anima Mundi.

Per garantire l’ordine pubblico e le disposizioni di sicurezza all’interno dei monumenti interessati (la Cattedrale e il Camposanto) l’allestimento rimarrà quello attuato nelle edizioni precedenti con posti numerati e non numerati (solo per la Cattedrale), e l’accesso sarà consentito solo ai possessori di regolare tagliando d’ingresso.

Non è possibile effettuare prenotazioni telefoniche né per email.

La segreteria si riserva la possibilità di apportare modifiche in base a eventuali esigenze organizzative che dovessero insorgere in corso d’opera, allo scopo di garantire una distribuzione equa a tutti gli interessati nell’osservanza delle norme di sicurezza. Queste modifiche saranno comunicate a mezzo stampa e sul sito ufficiale dell’Opera della Primaziale Pisana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anima Mundi: a settembre si rinnova l'appuntamento con la musica sacra

PisaToday è in caricamento