Eventi

Internet Festival, che successo! Quasi ventimila partecipanti agli eventi

Il festival dedicato al mondo della Rete ha registrato un alto numero di presenze. L'installazione su Ponte di Mezzo ha accolto 60mila persone, migliaia poi le presenze 'virtuali' che hanno seguito la kermesse attraverso le dirette streaming o i social network

E’ Pisa la capitale italiana di internet. Lo conferma il successo di pubblico e gradimento di Internet Festival, la manifestazione internazionale che dal 10 al 13 ottobre ha letteralmente invaso la città, proiettandola in un futuro tecnologico a portata di clic. Protagonista la Rete, le sue infinite applicazioni, le sue tendenze, le opportunità, i rischi. Nel programma del Festival il lancio di 50 start up, 62 laboratori, 26 panel, 18 keynote speech, oltre alle presentazioni di libri, film e spettacoli teatrali. Più di 200 i relatori provenienti da ogni parte del globo, giunti a Pisa per parlare del tema del Festival, ovvero le 'Forme del Futuro'.

PRESENZE. Tra gli eventi che hanno riscosso maggiore successo i laboratori T-Tour per ragazzi alla Stazione Leopolda: sono stati, infatti, quasi  6000 i partecipanti, tra scolaresche e famiglie con bambini; in 2500 hanno partecipato agli incontri alle Logge dei Banchi; in 2000 hanno trovato posto al cinema Lumiere che ha ospitato le tre serate della rassegna Divin Lavoro e i concerti di Paolo Angeli, Arve Henriksen Quintet e Mr. T-Bone & Friends. In 1800 sono intervenuti ai convegni presso il Palazzo dei Congressi che hanno visto, tra gli altri, la relazione del Ministro all’istruzione Maria Chiara Carrozza, il Country Manager di Google Italia Fabio Vaccarono e Gurpreet S. Pall, Partner Engineering Manager per Bing Local Search, Multimedia Search e Bing Global Rollout. Sempre a Palazzo dei Congressi, grande successo per l' .itCup, la business competition del Registro .it che ha registrato 65 domande, selezionando 16 start up finaliste. L'idea vincitrice è stata quella di Francesco Rieppi, 27 anni, premiato con un corso di due settimane alla prestigiosa Startup School di Mind the Bridge a San Francisco. Sono state 1200 le persone che hanno preso parte agli incontri ospitati al Cinema Teatro Lux: qui si è parlato del rapporto donne e Rete, di eSecurity, della sfida ‘virtuale’ tra Pisa e Livorno e del caso PRISM, con l'intervento, tra gli altri, del presidente del CNR Domenico Laforenza. In 900 hanno partecipato alle serate al Cineclub Arsenale: 4 le pellicole selezionate dall’area cinema di Fondazione Sistema Toscana. E ancora, 850 persone sono intervenute alla Scuola Superiore Sant’Anna, le sue sale hanno ospitato lo speech di Carlo De Benedetti sul futuro dell’editoria. In 800 hanno partecipato agli incontri ospitati nella sala Azzurra della Scuola Normale Superiore, la stessa sala che ha visto il confronto sulle smart city al quale hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il sindaco di Pisa Marco Filippeschi e il primo cittadino di Santander Iñigo de la Serna.

Sommando le presenze delle 20 location del Festival gli organizzatori hanno stimato circa 18.000 partecipanti. A questi vanno aggiunti i visitatori dell’installazione 'Aeon Soon' realizzata da Fondazione Sistema Toscana e del coinvolgente stand Unicredit, come svelato solo nell’ultimo giorno del Festival, al termine di un originale progetto di marketing. Entrambe le strutture collocate sul Ponte di Mezzo, hanno visto transitare - fermandosi a visitarle - non meno di 60.000 persone. A questi numeri vanno aggiunte le migliaia di presenze ‘virtuali’ di chi ha scelto di seguire il Festival su internet, attraverso le dirette streaming di intoscana.it (riprese anche da Repubblica.it, Quotidiano.net e Iltirreno.it) e sui social della manifestazione. Un ulteriore segnale lo fornisce il dato sui dispositivi (pc, smartphone e tablet) collegati alla rete wifi del Festival nei 4 giorni di manifestazione: sono stati ben 30.000 per quasi 2 TeraByte di dati transitati.

MEDIA. Per tutta la durata del Festival i riflettori dei media nazionali si sono concentrati su Pisa. Presenza costante in città le telecamere Rai (Tg1, Rainews24, TGR Toscana attraverso il telegiornale e Buongiorno Regione), insieme ai giornalisti della carta stampata e del web. Massiccia la copertura delle emittenti radio, da Radio 2 Rai Caterpillar con due lunghi collegamenti in diretta dalla Camera di Commercio di Pisa durante la puntata di giovedì 10; alla trasmissione di Radio 1 Rai “La radio ne parla” di giovedì 10; alla puntata di Eta Beta sempre di Radio 1 Rai di sabato 12 interamente dedicata a IF; ai servizi del Gr1 Radio Rai; agli approfondimenti di Radio Capital, Radio Kiss Kiss, Controradio, Radioeco e Radiocicletta. La rassegna stampa è consultabile sul sito www.internetfestival.it

PROTAGONISTI. La manifestazione, grazie al suo format diffuso, ha accompagnato i visitatori alla scoperta di Pisa al di là della Torre. Tra le location che hanno destato maggiore curiosità: la Gipsoteca di Arte Antica, SMS Biblioteca e il Giardino Scotto, palcoscenico della caccia al tesoro che ha registrato ben 200 partecipanti.
Il Festival ha offerto un momento di riflessione non solo agli esperti del web. Sono stati diversi gli ambiti culturali toccati dal programma, tra quelli che hanno riscosso maggiore successo: l'agricoltura sostenibile nella prima edizione di “Rural Hub”; la green economy e il relativo marketing; le proprietà del grafene che ha proprio a Pisa uno dei centri di eccellenza nella ricerca; l’umanesimo digitale e la discussione fake/real tra gli spunti culturali più seguiti.
Tra i protagonisti dell’edizione 2013 vanno ricordati Bruce Sterling, Elserino Piol, Renato Soru, Jaromil, Nathan Jurgenson, Frieda Brioschi, Jeffrey Schnapp, Evgenj Morozov, John Grant, Michel Bauwens, Danielle Gould, Michele Vianello, Vincenzo Susca, Lucia Annunziata, Sergio Givone, Marino Sinibaldi, David Riondino, Andrew Keen.

STAFF. La manifestazione ha impegnato nello staff ufficiale 14 persone che hanno assolto a tutte le funzioni necessarie per la realizzazione del Festival. Il Social Media Team di IF2013 ha visto impegnati 16 giovani provenienti da tutta Italia. A questi vanno aggiunti 31 volontari, residenti o domiciliati a Pisa e provincia, che hanno svolto un ruolo di supporto allo staff durante le 4 giornate dell’evento. Tutti sono stati gratificati con un rimborso spese forfettario e la partecipazione al pranzo networking, ottimamente gestito dall’Istituto Alberghiero 'Matteotti' di Pisa.

Internet Festival tornerà a Pisa dal 9 al 12 ottobre 2014. Arrivederci alla prossima edizione!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Internet Festival, che successo! Quasi ventimila partecipanti agli eventi

PisaToday è in caricamento