rotate-mobile
Eventi Centro Storico / Piazza Federico Domenico Guerrazzi, 11

Torna alla Stazione Leopolda il BluesRiver

Dieci concerti in programma: dai Betta Blues Society a Roberto Angelini, da Fabio Treves e Alex Kid Gariazzo agli Egidio Ingala & the Jacknives

La Casa della Città Leopolda organizza nel salone storico della Stazione Leopolda di Pisa il BluesRiver, il festival musicale della Toscana costiera. 
BluesRiver è un evento promosso dalla Casa della Città Leopolda con il sostegno del Ministero della Cultura e della Regione Toscana.
Da venerdì 12 novembre a domenica 5 dicembre 2021, per tre weekend successivi, andranno in scena dieci concerti tra blues, rock e sperimentazioni sonore.
Il festival sarà inaugurato venerdì 12 novembre alle 22 da Adriano Viterbini, chitarrista, cantante e compositore italiano, fondatore dei Bud Spencer Blues Explosion, degli I Hate My Village e dei Black Friday.
 
Sabato 13 novembre alle 20 a esibirsi sul palco del BluesRiver sarà il Stefano Barigazzi, giovane talento del blues italiano, con il suo Trio. A seguire, alle 22, il concerto dei Mandolin Brothers, gruppo italiano che si ispira alla tradizione musicale americana country, blues e rock ‘n’ roll, composto da Paolo Canevari alla chitarra, Marco Rovino alla chitarra e al mandolino, Riccardo Maccabruni alla fisarmonica e alle tastiere, Joe Barreca al basso e al contrabbasso e Daniele Negro alla batteria e alle percussioni.
 
Il fine settimana successivo, venerdì 19 novembre alle 22 si esibiranno Fabio Treves e Alex Kid Gariazzo. Treves è considerato il padre del blues italiano, la sua musica è potente, aggressiva e personale e si adatta bene sia ai brani elettrici che a quelli acustici più tradizionali. Ha collaborato, negli anni, con i mostri sacri del blues internazionale. Gariazzo si è unito a Treves quando aveva solamente 23 anni. Insieme hanno condiviso palchi e festival prestigiosi e hanno portato la loro musica nelle scuole, negli ospedali, nelle carceri e nelle case di riposo.

Sabato 20 novembre alle 22 i riflettori si sposteranno sui Betta Blues Society, il gruppo made in Pisa nato nel 2009 dall’incontro tra la cantante Elisabetta Maulo e il chitarrista Lorenzo Marianelli, che ha poi assunto la forma definitiva con l’ingresso di Fabrizio Balest al contrabbasso e di Pietro Borsò alle percussioni. Il gruppo nel 2018 ha raggiunto la finale dell'International Blues Challenge di Memphis, la più importante manifestazione di questo genere musicale organizzata dalla Blues Foundation.
 
I concerti continueranno venerdì 3 dicembre a partire dalle 20 con gli Organic Groove, band caratterizzata da un sound che proviene dalla black music, in particolare dal funk, dal blues e dal soul-jazz e dalla corrente bianca del rock elettronico. La serata proseguirà alle 22 con il concerto dei Superdownhome, il duo composto da Henry Sauda alla voce, al cigar box e al diddly bow e Beppe Facchetti alla cassa rullante, al low-boy e al crash. Il duo è legato alla tradizione del blues rurale, ma si proietta verso spazi personali contaminati dal rock ‘n’ roll, dal country, dal folk e dal punk.
 
Il 4 dicembre alle 22 sarà la volta del live di Roberto Angelini, noto cantautore e chitarrista italiano, che presenterà il suo nuovo disco Il cancello nel bosco, in uscita il prossimo 26 novembre, a distanza di nove anni dall’ultimo lavoro di inediti. Angelini è il front man della Propaganda Orchestra della trasmissione TV condotta da Diego Bianchi, diventata ormai un cult. 
 
Domenica 5 dicembre alle 20 aprirà la serata il chitarrista Diego Schiavi. A seguire gli Egidio Ingala & the Jacknives, che chiuderanno le magiche notti del BluesRiver. Gli Egidio Ingala & the Jacknives sono tra le band più rappresentative in Europa. Il blues originale che propongono è contaminato dalle esperienze dal R’n’B, del soul, del jazz e del rock ‘n’ roll. La band è composta da Marco Gisfredi, chitarrista (che si è fatto le ossa suonando con i più grandi artisti blues contemporanei, europei e americani), Max Pitardi al basso ed Enrico Soverini alla batteria. La straordinaria esperienza accumulata in tanti anni di concerti consente loro di suonare dal blues down-home sporco ai groove urbani più sofisticati.
 
Durante i concerti sarà allestita un’area ristoro dove degustare la birra artigianale proposta dai birrifici Birrante, Birrificio di Buti e La Staffetta, la selezione di vini proposta dall’enoteca L'Avvelenata Vini e Vinili e le proposte gastronomiche dei vintage food truck. 
Per accedere ai concerti è richiesto il green pass. È possibile prenotare l’ingresso tramite il sito web: www.bluesriver.it


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna alla Stazione Leopolda il BluesRiver

PisaToday è in caricamento