Eventi

Internet Festival: con Remo Bodei e Piero Pelù si chiude in bellezza

E' terminata domenica l'edizione 2014 della kermesse dedicata al mondo del web e delle nuove tecnologie. In totale 270 relatori, live musicali e uno spettacolo teatrale in prima nazionale. Successo per il Geoide in Piazza dei Cavalieri

Con la provocazione di Remo Bodei (“I corsi di filosofia divorzino da Lettere e si colleghino a Informatica”) e le molte idee su come rispettare gli appuntamenti dell’Agenda Digitale italiana, si è chiuso ieri l'Internet Festival di Pisa. Quattro giorni di confronto e scambio di esperienze con 270 relatori provenienti dai cinque continenti, 17 location, 82 frequentatissimi tour didattici, 72 incontri tra panel e workshop, 9 keynote speech, 5 presentazioni di libri, 3 installazioni e 4 mostre, 32mila dispositivi (pc, smartphone, tablet) collegati alla rete wi-fi del Festival con quasi due Terabyte di dati transitati per 15.200 utenti connessi, uno speed dating, 3 hackaton e 2 game contest. Spazio anche al cinema e alla musica con 6 proiezioni, 6 live musicali, uno spettacolo teatrale in prima nazionale e 5 performance art itineranti. Molto spazio a maker e startupper. Enorme l'afflusso dei cittadini alle postazioni abilitanti della Regione Toscana alle Logge di Banchi.

Molti i temi affrontati durante #IF2014 tra i quali la 'materia prima' della rivoluzione digitale (i dati) al Geoide di Piazza dei Cavalieri, nuovo luogo-simbolo del Festival, la green economy, l’utilizzo dei social media in politica e nella società, un viaggio nel futuro partendo però da Galileo Galilei, Niccolò Machiavelli e Giordano Bruno, il lato oscuro della rete. E poi le istituzioni pubbliche come attori principali per ridurre il divario digitale e aumentare l’efficienza della pubblica amministrazione, con l'esordio di nuovi servizi come Open Toscana. Tra gli appuntamenti internazionali in programma anche 'Il Senseable City Lab del MIT sul futuro della mobilità urbana', panel dedicato ai nuovi trend della mobilità urbana e agli scenari futuristici. Grande successo per StartupItalia! che ha curato il Bootstrap, format informale di incontri tra 28 startup e altrettanti mentori.

Tra i relatori: Derrick De Kerckhove, Nathan Jurgenson, Giulio Giorello, Giacomo Marramao, Laszlo Barabasi, Claudia Vago, Fosca Giannotti, Andrea Zapparoli Manzoni, Donata Columbro, John Mpaliza, Simone Cicero, Giancarlo Sciascia, Alberto Abruzzese, Marco Malvaldi, Marco Vichi, Beth Kanter, Kirsten Larsen, Michele Vianello, Dino Pedreschi, Guido Tonelli, Tristan Coplet Smith. Tra i giornalisti Anna Masera, Lucia Annunziata, Mario Tedeschini Lalli, Michele Mezza, Fabio Chiusi, Alessio Jacona e Massimo Russo. E poi Massimiliano Allegri e Moni Ovadia.

Nell’ultima giornata di #IF2014, durante l’evento dedicato all’Agenda Digitale con Stefano Quintarelli, Luca De Biase, Vittorio Bugli e Marco Filippeschi, è intervenuta da remoto il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, impossibilitata a raggiungere Pisa. A chiudere il Festival, un'edizione speciale di Webnotte con Ernesto Assante e Gino Castaldo, con Piero Pelù come guest star.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Internet Festival: con Remo Bodei e Piero Pelù si chiude in bellezza

PisaToday è in caricamento