Eventi

#FairSaturday: la prevenzione sanitaria si fa con gli eventi culturali

Giornata il 24 novembre ai Vecchi Macelli di incontri e laboratori per promuovere la cultura del benessere

In contemporanea in 120 città nel mondo il 24 novembre 2018 si promuove la cultura. E' il #FairSaturday, grande mobilitazione internazionale che nell'edizione 2017 ha visto realizzare 582 eventi in 114 città, coinvolgendo direttamente 10.500 artisti e più di 127mila persone, con la generazione di 190mila euro per 215 progetti sociali. In Italia partener della fondazione è l'Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo, che insieme al Comune di Pisa ha previsto la giornata per lanciare il progetto 'Arte e cultura in salute'.

Tutto nasce dalla collaborazione fra Società della Salute Area Pisana, Isbem, Comune di Pisa, Lilt, Fondazione Arpa, Università di Pisa, Pubblica Assistenza, Confesercenti Toscana Nord, Compagnia degli artisti di Pisa e dell'Arno. Lo scopo è quello di creare percorsi di prevenzione sanitaria attraverso spettacoli ed eventi culturali che utilizzano l'arte come strumento di comunicazione. Si parte con incontri, laboratori e molto altro nel complesso dei Vecchi Macelli, per 5 appuntamenti mensili con altrettante tappe nei quartieri delle Piagge, San Marco, San Giusto, Gagno e Marina di Pisa. 

Tutti i contenuti saranno fruibili con strumenti digitali grazie alla Fondazione #FairSaturday, che metterà a disposizione un'app per accedere ai singoli interventi da ogni parte del mondo. Grazie ai volontari delle associazioni aderenti al progetto, i contenuti saranno registrati online su Facebook. Saranno coinvolte anche le scuole, con iniziative proprie dell'indirizzo di studio, volte così a completare l'offerta di cultura.

"E' un grande piacere partecipare a un bel progetto come questo - ha dichiarato l’assessore alle politiche sociali Gianna Gambaccini - organizzato in occasione del Fair Saturday, che riesce a collegare insieme la cultura e la salute all’interno del concetto più ampio di benessere, di humanitas, concetti oggi sempre più depauperati nella società del consumismo, soprattutto nelle periferie urbane".

"La cultura resta l’ultimo vero appiglio - ha detto l’assessore alla cultura Andrea Buscemi - che ci può salvare dall’abbrutimento e dalla nevrosi quotidiana. Il consumismo non può essere l’unico nostro futuro, perciò ben vengano momenti di riflessione come quello organizzato per il Fair Saturady che ci invita tutti a essere più umani".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#FairSaturday: la prevenzione sanitaria si fa con gli eventi culturali

PisaToday è in caricamento