Venerdì, 24 Settembre 2021
Fiere Centro Storico / Piazza Francesco Domenico Guerrazzi, 11

Dolcemente Pisa torna alla Stazione Leopolda: due giorni di alta pasticceria sotto la Torre

Il tema dell'edizione 2014 sarà l'uso delle spezie in pasticceria: un'occasione unica per accompagnare la scoperta di sapori autentici con le bellezze e le proposte artistiche della città. Possibilità infatti di approfittare di pacchetti turistici

Golosi, pisani e non, preparatevi: arriva il vostro momento! Sabato 22 e domenica 23 novembre tornerà infatti alla Stazione Leopolda di Pisa l’appuntamento con Dolcemente, l’evento dedicato alla pasticceria di alta qualità della tradizione italiana.
Quest’anno tema centrale della manifestazione sarà l’utilizzo delle spezie in pasticceria, magiche essenze presenti in moltissime ricette: mandorle, vaniglia, uva passa, frutta candita, anice, cannella e molti altri prodotti di origine esotica evocano i sapori inconfondibili dei dolci più buoni della tradizione italiana, come
il panettone, i ricciarelli, il panpepato, i cantuccini, gli amaretti o il marzapane.

“In questi anni l’amministrazione comunale ha lavorato per valorizzare l’offerta turistica e culturale della nostra città - così il vicesindaco Paolo Ghezzi, responsabile delle politiche per il turismo - cercando di rendere Pisa attraente e interessante in ogni stagione dell’anno. Posso dire che le proposte autunnali sono all’altezza di una grande città di cultura e le sinergie che si stanno attivando in città tra enti e istituzioni diverse, tra pubblico e privato, mi lasciano ben sperare anche per il futuro. In questo contesto Dolcemente occupa sicuramente uno spazio importante: trasforma la nostra città in una vera capitale della pasticceria d’alta qualità, privilegiando sempre il legame con il territorio, che in questo caso sottolinea la relazione della nostra città con il mare e il suo ruolo di capitale del mediterraneo che credo possa essere centrale anche per il futuro”.

Pisa è il set ideale per le spezie: antico porto mediterraneo è stata crocevia di ingredienti, ricette e tradizioni che hanno notevolmente influenzato la cultura gastronomica contemporanea, basti pensare al celeberrimo e buonissimo panforte. Paese ospite, proprio perché porta d’oriente, sarà la Turchia, i cui dolci più caratteristici affiancheranno le migliori espressioni della pasticceria italiana.
Il programma comprende 100 iniziative di approfondimento, coinvolgenti e interattive, degustazioni guidate, laboratori di pasticceria, con una gustosa anteprima al Cinema Arsenale, che proporrà giovedì 20 e venerdì 21 novembre (h 20.30 e 18.30) il film Emotivi Anonimi di Jean-Pierre Améris, accompagnata da una degustazione dei dolci della tradizione.
Nel pomeriggio di sabato 22 novembre le chef pâtissier Loretta Fanella e Sekernaz Yilmaz si confronteremo in un avvincente showcooking con la moderazione del giornalista enogastronomico Paolo Valdastri dedicato ai dolci italiani e turchi a base di spezie.
Domenica 23 sarà la volta della scienza, un omaggio, anche questo, alla tradizione cittadina: Dario Bressanini, ricercatore e autore della scienza in Cucina. presenterà il suo ultimo libro, appena pubblicato da Feltrinelli. La sua presentazione sarà accompagnata dallo chef Gianluca Fusto che dimostrerà come le reazioni chimiche tra gli ingredienti siano alla base delle preparazioni più raffinate. Nel pomeriggio interverrà Micaela Martina, massima esperta di spezie e collaboratrice della Cucina Italiana.
Un’ampia sezione del salone storico della Leopolda accoglierà i presidi Slow Food, come la Cuddrireddra di Delia, antico dolce siciliano, l’acqua di fiori d’arancio di Vallebona vicino Imperia o il Lonzino di fico, dolce tradizionale delle campagne marchigiane, preparato con fichi dottati o brogiotti, cumino, semi di finocchio e anice d’Egitto. Per la prima volta parteciperà a Dolcemente l’Unicoop Firenze con i prodotti Fior Fiore, eccellenza.

Durante Dolcemente sarà inoltre possibile scoprire le bellezze artistiche della città di Pisa, approfittando dei pacchetti turistici comprendenti l’ingresso alle mostre Amedeo Modigliani e Angeli di Mitoraj allestite presso Palazzo Blu e Piazza dei Miracoli, la visita guidata della città e beneficiare dei trattamenti termali

proposti dagli storici Bagni di Pisa. Completeranno l’edizione 2014 i giochi e i laboratori creativi della sezione Dolcemente Junior, il concorso fotografico Scatto Goloso, il torneo di lancio del panforte e le performance di live painting Dolci Fantasie a base di colori naturali estratti dagli alimenti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolcemente Pisa torna alla Stazione Leopolda: due giorni di alta pasticceria sotto la Torre

PisaToday è in caricamento