rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Eventi

Un laboratorio di scrittura creativa con Takoua Ben Mohamed

L'iniziativa si svolgerà sabato 6 aprile alla Stazione Leopolda

Sabato 6 aprile si svolgerà alla Stazione Leopolda il primo evento del progetto 'Rinascere d'ARTE' promosso dal Circolo Zona D APS. A partire dalle 15 l’artista italo-tunisina Takoua Ben Mohamed condurrà un laboratorio di scrittura creativa dedicato alle tecniche per costruire una storia partendo dal proprio vissuto.

Nelle sue opere, Takoua Ben Mohamed racconta la complessità del mondo arabo e il suo intreccio con la cultura occidentale: parla delle donne musulmane, del velo che indossa, di rifugiati e diritti umani, provando a colmare il vuoto di consapevolezza che sperimenta soprattutto tra le generazioni più adulte. 

Takoua Ben Mohamed è una fumettista e graphic journalist molto nota, autrice dei volumi a fumetti 'Sotto il velo, La Rivoluzione dei Gelsomini' e 'Un'altra via per la Cambogia' (Becco Giallo Editore, 2016 - 2020), 'Il mio migliore amico è fascista' (Rizzoli Editore, 2021) e 'Crescere in Mozambico' (Becco Giallo Editore, 2022), in cui Takoua ripercorre il suo viaggio nel Paese africano, al fianco degli operatori di WeWorld, organizzazione che da 50 anni difende i diritti di donne e bambini in Italia e in 25 paesi nel mondo.

Classe 1991, Takoua si è trasferita a Roma all’età di otto anni insieme alla madre e ai suoi fratelli per raggiungere il padre, esule politico scappato dalla dittatura del regime tunisino di Ben Alì. La passione per il disegno e l’animazione l’hanno condotta verso il graphic journalism. I suoi fumetti trovano ispirazione da un’appassionata esperienza di volontariato a contatto con associazioni giovanili, culturali e umanitarie.

Takoua collabora con diversi magazine come 7 del Corriere della Sera, Fortune Italia, il Secolo XIX, La Stampa Origami. Ha ricevuto molti riconoscimenti, tra i quali Evens European Journalism Prize 2019, Muslim International Book Award 2017, Donna dell’anno 2021 per D La Repubblica. Attualmente è seguita da 30.000 followers su Instagram. 

"In Italia - spiega Takoua - manca un’educazione al dialogo. L’assenza di ascolto alimenta il pregiudizio e allontana la condivisione. A differenza delle nuove generazioni, gli adulti tendono a cercare anche nell’arte una conferma ai pregiudizi che coltivano. Ergono muri o filtri che non vedo a scuola, tra i giovani, che sono più aperti e vivono con maggiore naturalezza le diversità tra persone e culture". Il laboratorio in programma alla Leopolda si concluderà con un aperitivo durante il quale i partecipanti potranno confrontarsi e dialogare con l’artista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un laboratorio di scrittura creativa con Takoua Ben Mohamed

PisaToday è in caricamento