Luminara, in migliaia sui lungarni: lumini, fuochi e magia

Folla sui lungarni per assistere allo spettacolo della Luminara di San Ranieri. Gran finale con i fuochi d'artificio

(foto Roberto Tota)

Si è ripetuta ieri sera la magia della Luminara in versione più sobria con gli oltre 100mila lumini accesi sui lungarni (ma anche, novità di quest'anno, sulle Mura che contornano Piazza dei Miracoli) e senza la musica a fare da contorno ai fuochi d'artificio che hanno chiuso la serata più sentita da tutti i pisani, quella che anticipa il giorno di San Ranieri.
L'amministrazione comunale ha voluto invertire la rotta rispetto agli ultimi anni. "Nel corso del tempo la Luminara si è trasformata in un rave party diffuso in tutto il centro storico" aveva detto in conferenza stampa il sindaco Michele Conti. Quindi via gli eccessi, come la musica sparata dalle casse dei locali che si affacciano sui lungarni e nei vicoli del centro storico.
Grande attenzione poi al capitolo sicurezza con 700 agenti delle forze dell'ordine e 140 steward, 20 ambulanze e 14 squadre a piedi messe a disposizione dal 118. Infine l'ordinanza antivetro che, come negli anni passati, prescriveva il divieto di vendita, anche per asporto, di bevande in contenitori di vetro.

Oggi, 17 giugno, la città si appresta a celebrare il suo patrono con la tradizionale regata, quest'anno non più in notturna. Il via infatti alla sfida tra le quattro barche è fissato alle ore 19.30.

Il programma della Regata di San Ranieri


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In stato confusionale si mette una catena al collo e si getta in Arno

  • Meteo: dal 20 gennaio la possibile svolta fredda

  • Si dà fuoco dopo la notifica di sfratto: morto 41enne

  • Ikea ritira dal mercato un bicchiere da viaggio: può contenere sostanze tossiche

  • Calendario 'Miss Nonna 2020': tra le protagoniste anche una signora di Bientina

  • Olio di semi miscelato con il carburante: sequestrato distributore sull'Aurelia

Torna su
PisaToday è in caricamento