Lunedì, 21 Giugno 2021
Mostre

Peccioli: la collezione delle icone russe emigra nella Capitale

Dall'11 al 17 gennaio il Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma ospiterà la mostra "Segni della Santa Russia", esposizione di icone provenienti dal Museo di Icone Russe "F. Bigazzi" di Peccioli

Venerdì 11 gennaio alle ore 19.00 verrà inaugurata presso il Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma “Segni della Santa Russia”, esposizione di icone provenienti dal Museo di Icone Russe “F. Bigazzi” di Peccioli.

Il Centro, ospitato nel Palazzo medievale Santacroce in piazza Benedetto Cairoli 6, è stato inaugurato soltanto un anno fa, ma è divenuto ben presto un centro molto attivo di cultura russa a Roma, ospitando mostre e incontri con compositori, attori, scrittori e poeti russi.

L’ormai itinerante collezione “F. Bigazzi”, composta da 60 pezzi unici, varcherà i confini pecciolesi per essere esposta ed ammirata in un centro culturale fervente e ricco di iniziative come quello di Roma. La collezione, nata dalla generosa donazione di Francesco Bigazzi, del quale porta il nome, è divenuta presto ambasciatrice di Peccioli e del suo territorio nel mondo.

La prima uscita dal comune pisano è avvenuta nel 2003 con il soggiorno a New York: un ottimo inizio per una collezione e un neonato museo, che nel corso degli anni ha ampliato il numero delle opere conservate al suo interno con la Collezione Belvedere composta da 75 rarissime icone dipinte e una raccolta di 75 icone di bronzo, unica in Italia. La Collezione Bigazzi si caratterizza per la presenza di icone prevalentemente russe risalenti ai secc. XVIII-inizi XX, tipiche di una venerazione domestica e dipinte sia a tempera, secondo la tecnica tradizionale, che a olio, secondo una metodologia 'accademica'.

Presenti alla kermesse il sindaco di Peccioli, Silvano Crecchi, il presidente di Belvedere S.p.A., Renzo Macelloni, Francesco Bigazzi, giornalista, collezionista di icone e attualmente presidente dell’Associazione Amici del Museo Ermitage Italia e un rappresentante della Chiesa Ortodossa Russa.

La mostra rimarrà aperta fino al 17 gennaio 2013.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peccioli: la collezione delle icone russe emigra nella Capitale

PisaToday è in caricamento