Mostre Centro Storico / Lungarno Gambacorti, 9

Ancora grandi mostre a Palazzo Blu, stavolta tocca a Picasso

Dal 14 ottobre saranno esposte oltre 200 opere del grande pittore spagnolo per un'iniziativa presentata martedì e intitolata "Ho voluto essere pittore e sono diventato Picasso"

Sarà inaugurata a Pisa, venerdì 14 ottobre 2011 la terza grande mostra del ciclo dedicato ai grandi maestri del secolo scorso le cui radici culturali affondano sulle sponde del Mediterraneo, che la Fondazione Palazzo BLU di Pisa ha avviato nel 2009. Dopo i sogni felici di Marc Chagall che hanno preso corpo nella luce del sud della Francia, dopo la poesia di Joan Mirò legata alla sua terra catalana, quest'anno è la volta di Pablo Picasso, genio assoluto dell'arte del Novecento, la cui furia creativa, nata a Barcellona, ha segnato tutto il XX secolo. La mostra – dal titolo Ho voluto essere pittore e sono diventato Picasso – sarà frutto dell’intensa collaborazione con il Museo Picasso di Barcellona, cui contribuiranno il Museo Picasso di Malaga e il Museo Picasso di Antibes.Si conferma così la volontà della Fondazione Palazzo Blu di intessere relazioni e legami con importanti istituzioni pubbliche che conservano le opere dei grandi maestri del Novecento.

Fino al 12 febbraio 2012, le sale dello storico palazzo sul Lungarno pisano ospiteranno 200 opere – tra dipinti, ceramiche, disegni e opere su carta, alcune celebri serie di litografie e acqueforti, libri, tapisserie – che consentiranno al pubblico di comprendere come la volontà di essere pittore del giovanissimo Picasso nella Barcellona degli ultimi anni dell'Ottocento, lo abbia condotto, attraverso una continua manifestazione del suo genio creativo, a esplorare ogni possibile percorso artistico. Fulcro dell’intera esposizione sarà la straordinaria e unica collezione di 59 linogravure, appartenenti al Museo Picasso di Barcellona, intorno alla quale si articolerà il percorso della mostra con opere datate dal 1901 al 1970. Curata da Claudia Beltramo Ceppi, con la collaborazione di numerosi specialisti, la mostra, promossa dalla Fondazione Palazzo Blu, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa, con il patrocinio dell'Ambasciata di Spagna in Italia e del Comune di Pisa, si propone di rinnovare il successo di critica e soprattutto di pubblico delle due mostre precedenti, apprezzate complessivamente da oltre 170.000 visitatori. La bontà del progetto è stata inoltre apprezzata, per quanto riguarda l’iniziativa dedicata a Mirò, da molte altre decine di migliaia di persone, nella seconda tappa dell’evento che si è tenuta nella prestigiosa sede dei Musées royaux des Beaux-Arts de Belgique a Bruxelles. Accompagna la mostra un catalogo GAmm Giunti.

«E’ un altro fortissimo segno del risveglio della nostra città - dice un soddisfatto sindaco Marco Filippeschi alla conferenza stampa di presentazione della mostra -: la mostra di opere di Pablo Picasso a Palazzo Blu corona un ciclo virtuoso, di rilancio del profilo culturale e la capacità attrattiva di Pisa con grandi eventi trainanti». «La città – ha proseguito il primo cittadino - è grata dell'impegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa e allasensibilità suo presidente Cosimo Bracci Torsi e il patrocinio del Comune dev'essere sempre più un affiancamento, per pubblicizzare al meglio l'evento e per rendere Pisa sempre più accogliente e partecipe» «Proprio per questo – ha annunciato - ho convocato il tavolo istituzionale di coordinamento delle iniziative per i grandi eventi, già istituito, per il prossimo 18 luglio e coinvolgerò le rappresentanze degli operatori turistici, del commercio e di tutti coloro che possono contribuire al successo della mostra e trarre profitto dai nuovi flussi di presenze che produrrà. Grande attenzione sarà prestata alla logistica, per facilitare l'accesso alla mostra e il godimento del centro storico. Picasso è un grandissimo protagonista del Novecento e la sua figura di artista poliedrico, innovatore in ogni sua stagione e il suo mito possono indurre tante iniziative culturali collaterali. Picasso è un artista sempre giovane e il Comune vuole dedicare in particolare ai più giovani ciò che si potrà costruire intorno alla mostra».

Informazioni

PABLO PICASSO. Ho voluto essere pittore e sono diventato Picasso
Pisa, Palazzo Blu (Lungarno Gambacorti 9) 15 ottobre 2011 – 12 febbraio 2012
Enti Promotori Fondazione Palazzo Blu col sostegno diFondazione CariPisa con il patrocinio dell'Ambasciata di Spagna in Italia, Comune di Pisa ProduzioneGiunti

Orari:Biglietti: martedi – venerdi,10-19, sabato e domenica, 10-20; lunedì chiuso
Intero 8 euro, ridotto 6,50 euro
Informazioni: BLU Palazzo d’Arte e Cultura: tel. 050.916950
Per prenotazioni di gruppi e visite guidate:
Impegno e Futuro, tel. 050.28515, Fax 050.503532; info@impegnoefuturo.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora grandi mostre a Palazzo Blu, stavolta tocca a Picasso

PisaToday è in caricamento