rotate-mobile
Eventi Castelfranco di Sotto

Castelfranco di Sotto: torna il Palio dei barchini con le ruote

Grande attesa per il tradizionale evento che vedrà sfidarsi le quattro contrade castelfranchesi

Edizione numero 37 per il Palio dei barchini con le ruote a Castelfranco di Sotto che come ogni anno si svolge nell’ultima settimana del mese di maggio.

Le quattro contrade di San Michele in Caprugnana, San Martino in Catiana, San Bartolomeo a Paterno e San Pietro a Vigesimo sono pronte ad affrontare una settimana lunga di festeggiamenti, dopo un anno di lavoro ma anche di aggregazione.

Ricco il programma degli eventi: la settimana del palio come ogni anno vede le prime tre sere occupate dalle prove libere in piazza Garibaldi. Lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 21.00 i barcaioli proveranno il circuito di gara e potranno svelare o meno i loro segreti prima di domenica.

Giovedì 25 maggio dalle ore 19.00 controlli tecnici dei barchini all’Orto di San Matteo.

Venerdì 26 maggio dalle 20.30 le contrade alle porte per la Santa Messa religiosa nella Chiesa Collegiata per la benedizione dei barchini, con l’esibizione dei gruppi musici e sbandieratori delle quattro contrade e la presentazione dei barcaioli.

Sabato 27 maggio dalle ore 7.30 verifiche tecniche dei barchini in Piazza Remo Bertoncini e dalle 18.00 prove libere del circuito di piazza Garibaldi.

Come da tradizione ogni contrada organizza la sera prima del palio la cena della vigilia, serata di grande festa nelle sedi.

Domenica 28 maggio è il giorno della gara. Al mattino sfilata storica dalle 10.00 per le vie del paese, ogni contrada sfilerà con un gruppo gremito di tamburini, sbandieratori, portacolori con dame cavalieri e figuranti della storica dove ogni contrada porta in scena un tema specifico.

I temi svelati dai presidenti nelle ultime settimane pre-palio ci dicono già che: San Martino porterà la rievocazione di 'Carlo Guerrazzi-l’atto di valore del giovane Castelfranchese nella grande guerra 1916'; San Bartolomeo rievoca 'La peste del 1631 a Castelfranco'; San Pietro torna indietro nel tempo con '1846-1854 La ricostruzione del Campanile di Porta San Pietro a Vigesimo, dopo il terremoto'; San Michele porta come tema 'Alè biancoverdi'.

Dalle 15.30 in piazza Garibaldi domenica 28 maggio le gare: qualifiche - 23° mini palio - 17° palio rosa - 37° palio.

“La pandemia è ormai un brutto ricordo che speriamo di esserci buttati alle spalle, la gente ha voglia di partecipare, uscire e incontrarsi. I castelfranchesi attendono l’appuntamento del Palio con ancora più entusiasmo, perché rappresenta una tradizione ritrovata, un senso di appartenenza riscoperto - sottolinea il sindaco Gabriele Toti - chi ama il Palio non lo abbandona. Può vivere momenti turbolenti, avvicinarsi e temporaneamente allontanarsi, ma si torna sempre a ciò che siamo e che ci rappresenta. Il Palio è un elemento forte e radicato nella storia del nostro paese, è una manifestazione che rappresenta una parte importante dell’identità di Castelfranco. L’edizione 2023 vedrà finalmente gareggiare tutte e quattro le contrade storiche, un ritorno tanto atteso e non poco sofferto. Sono davvero felice che la manifestazione si svolga al completo, con tutte le squadre pronte a sfidarsi in un clima di competizione vissuta nel rispetto, nella coesione e nella correttezza. Il Palio a Castelfranco ha sempre rappresentato il senso di appartenenza e di unione della nostra comunità e adesso possiamo davvero sentirci di nuovo uniti. Buon Palio a tutti!”.


 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco di Sotto: torna il Palio dei barchini con le ruote

PisaToday è in caricamento