Venerdì, 25 Giugno 2021
Eventi

"Pisa e Napoleone": quattro tappe sulle impronte bonapartiste

Una serie di itinerari guidati incentrati sulla presenza di Napoleone nel nostro territorio. Si comincia a Pisa lunedì 21 maggio, poi San Miniato mercoledì 23, Montefoscoli giovedì 24 e Pugnano venerdì 25 maggio

Da lunedì 21 maggio la Provincia renderà omaggio a una delle figure più importanti della storia: con “Pisa e Napoleone. Itinerari guidati alla scoperta delle presenze napoleoniche”, il nostro territorio diviene teatro di un affascinante percorso volto alla conoscenza delle testimonianze (letterarie, visuali e monumentali) del passaggio del grande condottiero. L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto transfrontaliero “Bonesprit” (di cui appunto la Provincia è partner), caratterizzato da una serie di percorsi turistico-culturali pensati per valorizzare l’importante patrimonio ‘bonapartista’ posseduto da Corsica, Liguria, Sardegna e aree costiere della Toscana.

In ambito locale sono previste quattro tappe principali ad ingresso libero. “Gli appuntamenti che compongono la ‘Settimana napoleonica’ della Provincia di Pisa - spiega l’assessore alla cultura Silvia Pagnin - propongono l’incontro con ‘tracce’ di vario genere (esposizioni di documenti e oggetti, proiezioni cinematografiche, luoghi), invitando a un approccio articolato, teso a intercettare inclinazioni e sensibilità di un pubblico il più eterogeneo possibile, sebbene unito nell’interesse a ricostruire la conoscenza del passato”.

Questo il cartellone con le quattro date in agenda. 

Lunedì 21 maggio
A Pisa, nella Sala Storica della Biblioteca Universitaria (Palazzo della Sapienza, via Curtatone e Montanara, secondo piano, ore 16.30), inaugurazione della mostra bibliografica, visitabile fino al 1° giugno (in orario 9-13 e 14.30-18.30, tutti i giorni eccetto sabato pomeriggio e domenica), dal titolo “I tesori napoleonici della Biblioteca Universitaria”, con esposizione di documenti, abiti e oggetti dell’epoca. La giornata d’apertura prevede interventi dell’assessore Pagnin e degli studiosi Paolo Romano Coppini, Alessandro Breccia e Paolo Benvenuto; inoltre, lettura dell’ode di Alessandro Manzoni “Il cinque maggio” da parte di alcuni studenti della scuola media “Fucini”.

Mercoledì 23 maggio
A San Miniato, un’intera giornata dedicata al mito di Napoleone: alle 9.30 (Conservatorio Santa Chiara, Aula Magna), proiezione di “N (Io e Napoleone)”, di Paolo Virzì, alla presenza di alcuni dei protagonisti (in replica giovedì 24 maggio, alle 10, nella sede scolastica di San Donato); quindi, alle 10 (piazza Duomo), avvio del programma di percorsi guidati (con ‘capolinea’ all’Accademia degli Euteleuti) alla scoperta delle ‘impronte’ dei Bonaparte in città: le visite si svolgeranno dal 22 al 27 maggio, tutti i giorni in momenti diversi (martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 17-19; mercoledì 10-12, 17-19 e 21-23; domenica 10-12 e 17-19).

Giovedì 24 maggio
A Montefoscoli (Palaia), nei locali della Casa Vaccà Berlinghieri (ore 15.30), viaggio indietro nei secoli alla scoperta appunto delle ‘orme’ della famiglia Vaccà Berlinghieri: lettura delle missive di Leopoldo, scritte dalla Campagna di Portogallo e parte integrante di un archivio privato costituito da messaggi epistolari, diari e documenti riguardanti vita pubblica e privata della casata; visita (ore16.30) al Tempio di Minerva Medica (passeggiata con i costumi storici; esecuzione di musiche d’epoca a cura del Trio Fattori alternate alla lettura dell’ode “Il cinque maggio”, di Alessandro Manzoni e di brani tratti dalla “Congiura degli Eguali” di Filippo Buonarroti; degustazione di gaufres imperiali e cioccolato caldo.

Venerdì 25 maggio
A Pugnano (San Giuliano), nella cornice di Villa Roncioni (ore 17), viaggio tra musica e recitazione con gli splendidi costumi della Fondazione Cerratelli: un’aria della Tosca (interpretata dalla Scuola di musica “Bonamici” di Pisa) e le “Prose dell’Italia Unita, pensieri settecenteschi sulla nascita di una Nazione” (a cura dell’associazione culturale “Dopo le Quinte”) accompagneranno gli ospiti negli ambienti più suggestivi della dimora; inoltre, interventi degli studiosi Stefano Renzoni e Alessandro Tosi, proiezione di “Napoleone al cinema” (collage di spezzoni di film curato da Pier Marco De Santi), degustazione di un dolce napoleonico preparato dagli studenti dell’istituto “Matteotti” di Pisa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pisa e Napoleone": quattro tappe sulle impronte bonapartiste

PisaToday è in caricamento