Martedì, 28 Settembre 2021
Eventi Centro Storico / Piazza dei Cavalieri

Teatro di figura in Cavalieri: burattini e marionette per dire no alla malamovida

Quattro storie per attirare famiglie e bambini e dare un segnale contro gli eccessi della movida notturna. La rassegna fa parte de 'Le notti dei Cavalieri'. Ingresso gratuito

Una kermesse che rientra nel programma della manifestazione 'Le notti dei Cavalieri', organizzata dal Comune di Pisa, insieme a Università di Pisa e Scuola Normale Superiore per proporre iniziative culturali contro gli eccessi della movida. Per quattro mercoledì consecutivi, dal 23 maggio al 13 giugno, si terrà in piazza dei Cavalieri una rassegna di Teatro di Figura organizzata dalla compagnia Habanera Teatro (in attesa dell’appuntamento estivo con il Teatrino del Sole a Marina di Pisa). La rassegna di Teatro di Figura dal titolo 'Marionette, Storie e Cavalieri' vedrà alternarsi sul palco della storica piazza, oltre alla compagnia pisana di Habanera Teatro, altre tre compagnie teatrali provenienti da Chieti, Perugia e Ravenna, che metteranno in scena quattro spettacoli, tratti dalle storie più classiche e famose del repertorio teatrale per bambini, in cui si esibiranno attori, burattini, pupazzi, marionette e ombre. Gli spettacoli si tengono tutti di mercoledì con inizio alle 21.15 e sono ad ingresso gratuito.

“Tengo a sottolineare - ha spiegato l’assessore alla Cultura Andrea Ferrante, presente alla conferenza stampa di presentazione insieme a Patrizia Ascione e Stefano Cavallini - come nel programma de 'Le notti dei Cavalieri' si sia rafforzato il lato delle iniziative dedicate alle famiglie e ai bambini, sviluppando la tradizione del teatro di figura che in Toscana vanta eccellenze e a Pisa in particolare, grazie alla realtà di Habanera Teatro e di altri soggetti, dimostra sensibilità, attenzione e un continuo impegno nella produzione artistica ad alto livello”.

Si parte mercoledì 23 maggio, alle ore 21.15 con LA MIRABILANTE ISTORIA DI FAGIOLINO, spettacolo per burattini della tradizione emiliano-romagnola con tre musicisti e attore, della compagnia Teatro del Drago di Ravenna, con Mauro Monticelli e Andrea Monticelli. Lo spettacolo è una storica produzione del 1993 dell'antica Famiglia Monticelli, giunta oggi alla quinta generazione. L'allestimento e? rappresentato da un burattinaio solista, affiancato da un aiuto-burattinaio, cosi? come voleva la tradizione e come veniva rappresentato in epoche passate. Ispirato ai piu? classici testi del repertorio tradizionale presenta Fagiolino, il personaggio principale, Fagiolino, eroe della baracca dei burattini, che come sempre "caccia a suon di randellate tutti i cattivi in fondo al panirone!". Il testo dello spettacolo e? originale, scritto da Mauro Monticelli e diviso in due atti.

Si prosegue mercoledì 30 maggio, alle ore 21.15, con IL VECCHIO E IL MARE, spettacolo per pupazzi e attore, liberamente tratto dal romanzo di Hernest Hemingway, della compagnia I Guardiani dell’Oca di Chieti, con Tiziano Feola e Zenone Benedetto. Tutto era vecchio in lui, tranne gli occhi, che avevano lo stesso colore del mare. Santiago pescava da solo su di una piccola barca con vela. Dall’ultima volta che aveva preso un pesce, trascorsero piu? di due mesi. Tutti gli abitanti del paese cominciavano a pensare che non era piu? capace d’attrarre a se? i grandi pesci, e che quindi fosse ormai in preda alla peggiore forma di sfortuna. Solo grazie alla solidarieta? del giovane Manolo, il vecchio Santiago trovera? la forza di riprendere il mare e continuare la sua sfida.

Si continua mercoledì 6 giugno, alle ore 21.15 con PI..PI..PINOCCHIO, spettacolo di pupazzi e attore della compagnia Tieffeu di Perugia con Claudio Massimo Paterno?, Nicola di Filippo e Greta Oldoni. Pi...Pi... Pinocchio, e? un omaggio alla figura del burattinaio per eccellenza: Mangiafuoco, che riscattato dal ruolo di 'cattivo' a cui siamo abituati, diventa il narratore nostalgico di una propria storia del famoso burattino. Mangiafuoco, dopo il fatidico incontro con Pinocchio, entra in crisi di identita?... non possiede piu? la vita delle figure e pure Pinocchio vive di vita propria. Una storia commovente ed appassionante capace di sciogliere i cuori di pietra.

Si conclude mercoledì 13 giugno, alle ore 21.15, con IL FLAUTO MAGICO, spettacolo per marionette a bacchetta, ombre e attore, liberamente tratto dall’opera di Wolfgang Amadeus Mozart, della compagnia Habanera Teatro di Pisa. La famosa storia del Flauto Magico, probabilmente una favola tradizionale austriaca da cui ha tratto ispirazione l’autore del libretto E.J.Schikaneder, è stata rivisitata con rispetto e attenzione, mantenendo intatto il canovaccio di base (valorizzando la vis comica) e armonizzandolo con le esigenze di un moderno teatro di figura, per non spezzare la proverbiale magia che sprigiona l’assistere a questa opera straordinaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro di figura in Cavalieri: burattini e marionette per dire no alla malamovida

PisaToday è in caricamento