Alta scuola di turismo ambientale: a Peccioli si discute di "Buoni turismi per una buona crescita"

Asta è curata da Vivilitalia, con il sostegno del Comune di Peccioli e Belvedere Academy in collaborazione con Aitr e Aigae

Ha preso il via sabato 16 novembre a Peccioli il corso di Alta Scuola di Turismo Ambientale (Asta), l’iniziativa di formazione per qualificare l’offerta turistica in chiave ambientale, entrando in contatto con le migliori esperienze italiane nel campo raccontate dalla viva voce dei protagonisti. Fino al 23 novembre si alterneranno esperti di turismo ambientale in una combinazione di testimonianze, esperienze e laboratori pratici rivolti agli operatori turistici locali che hanno deciso di perfezionare il proprio percorso formativo e le proprie competenze nel settore del management turistico ambientale. Il corso, organizzato da Vivilitalia, la società di Legambiente che si occupa di turismo ambientale, in collaborazione con Aitr (Associazione Italiana Turismo Responsabile) e Aigae (associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche), è realizzato con la collaborazione e il sostegno del Comune di Peccioli e della Belvedere Academy.

Si tratta dunque di un’edizione realizzata grazie allo sforzo e all’impegno sia del pubblico che del privato, segnando una collaborazione proficua e proattiva per tutto il territorio. Governance, creazione del prodotto turistico ambientale, promo-commercializzazione ed altre tematiche saranno i temi al centro della settimana formativa allo scopo di creare un sistema integrato sul territorio che sia capace di fare della risorsa ambiente la prima occasione di sviluppo turistico. "Abbiamo avuto una buona risposta di partecipazione ai nostri corsi Asta - ha dichiarato Sebastiano Venneri, presidente di Vivilitalia – imprenditori del settore agrituristico, ma anche guide ambientali, imprenditori delle ristorazione e dell’eno-gastronomia, professionisti del settore turistico, tutti saranno accompagnati e guidati durante la settimana in un percorso di confronto e di scambio con le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale, raccontate dalla viva voce dei protagonisti, tutti qualificati professionisti del settore".

Il corso avrà un approccio fortemente esperienzialeGiovedì 21 novembre è prevista una visita alla Tenuta di Ghizzano nell'ambito del programma di incontri con gli stakeholder. Filo conduttore della mattinata il racconto dell'esperienza dell'azienda, con l'approfondimento delle buone pratiche del turismo nel territorio di Peccioli e degli sviluppi che si possono realizzare grazie anche alla presenza di un rappresentante di 'Arianna & Friends', operatore turistico di Peccioli. Le esperienze diventeranno quindi oggetto di rielaborazione teorica e le docenze in aula permetteranno di affrontare i temi legati alla governance dei territori e della costruzione e promo-commercializzazione dei prodotti di turismo ambientale legando in questo modo l’esperienza alla teoria e viceversa. Il corso di alta formazione sarà coordinato dal responsabile scientifico dei corsi Asta Paolo Grigolli, Direttore della Scuola di Management del Turismo (SMT) di TSM-Trentino School of Management. Nel corso della settimana si alterneranno i docenti: Gianfranco Ciola, Direttore GAL Salento 2020 già Direttore Parco Regionale Dune Costiere; Sergio Lucci, web marketing expert; Paola Larger, Direttrice Generale del gruppo Bienvivre Hotels; Roberto Mazzà Data Analyst di Sl&A e tutor del corso di Peccioli. Il corso ha ottenuto infine il patrocinio dell’Aigae (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursioniste) e la partecipazione garantisce 8 crediti formativi alle guide che aderiscono all’associazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sei alla ricerca della migliore facoltà per il futuro lavorativo? Ecco quale scegliere

  • Iscrizioni alla scuola dell'infanzia per l'anno scolastico 2020-21: date e modalità

  • Anno scolastico 2020-2021: modalità e date per l'iscrizione

  • Gli studenti italiani non sanno leggere: l'Ocse rivela che 1 su 4 non arriva alla sufficienza in scienze

Torna su
PisaToday è in caricamento