rotate-mobile
Corsi di Formazione

Fondazione ITS Prodigi: il primo percorso ITS nell’area ICT e digitale in Toscana

Tra i membri del comitato promotore CNA Pisa e la sua agenzia di formazione Copernico: a Empoli la presentazione ufficiale

Un percorso post diploma di alta qualità sui temi dell’ICT e del digitale volto a creare figure in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo del territorio e sviluppare metodi per l’innovazione delle imprese: è questo l’obiettivo della Fondazione ITS Prodigi, costituita e presentata ufficialmente lunedì 13 dicembre con una conferenza stampa, nei locali dell’Auditorium SeSa di Empoli, alla quale hanno partecipato anche il presidente della giunta regionale Eugenio Giani, l’assessore regionale Alessandra Nardini e una folta rappresentanza di CNA Pisa. Un traguardo importante ottenuto grazie alla sinergia di 30 soggetti tra istituti di istruzione superiore, università, associazioni di categoria, aziende e comuni, che hanno individuato in questo nuovo percorso ITS nell’area ICT e digitale, fino a questo momento mancante in Toscana, uno strumento per lo sviluppo della competitività e dell’occupazione nel territorio regionale. Il nome 'Prodigi' intende richiamare il concetto dell’empowerment dei ragazzi che usciranno dalla Scuola, ma è anche un acronimo per 'Professione digitale'.

L’ITS Prodigi permetterà, infatti, la formazione di Tecnici Superiori con elevate competenze tecniche e tecnologiche. I percorsi avranno una durata biennale o triennale per un totale di 1800/2000 ore. Nello svolgimento delle attività didattiche almeno il 30% della durata dei corsi è svolto in azienda e almeno il 50% dei docenti proviene dal mondo del lavoro. L’ITS 'Prodigi' avrà una dislocazione interprovinciale: la sede principale sarà a Empoli e le altre due saranno dislocate tra Pisa e ad Arezzo. In questo modo 'Prodigi' sarà in grado di svolgere la propria attività formativa in tutta la Regione. Tra i membri del comitato promotore anche CNA Pisa e la sua agenzia formativa Copernico rappresentati ieri dal direttore generale Giuseppe Sardu, dal presidente territoriale Francesco Oppedisano, dal direttore operativo Barbara Carli e dal direttore di Copernico Valentina Cesaretti che sono arrivati ieri ad Empoli insieme agli altri 29 rappresentati dei soci fondatori. Nell’occasione della firma dell’atto costitutivo, i soci fondatori hanno nominato i componenti del Consiglio di Indirizzo, che ha nominato la Giunta Esecutiva e il presidente della Fondazione ITS Prodigi, Paola Castellacci.

"La fondazione dell'Istituto Tecnico Superiore Prodigi sulle tematiche del digitale è il primo passo verso una visione della Toscana quale punto di riferimento per la trasformazione digitale delle micro, piccole e medie imprese italiane. CNA Pisa porta in dote il forte orientamento alla contaminazione digitale di tutti i mestieri avviato ormai molti anni fa e dimostra il suo coinvolgimento nel progetto, schierando figure di massimo rilievo come il direttore operativo Barbara Carli e il direttore dell'agenzia formativa Copernico Valentina Cesaretti. La formazione continua sarà il pilastro principale ed insostituibile del progresso dell'economia in direzione human centric e gli investimenti in questo ambito vedranno crescite costanti nei prossimi anni. Trasformare questi investimenti in crescita economica sana e sostenibile sarà l'ambizioso compito di istituzioni come l'ITS Prodigi. Doveroso ringraziare l’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro Alessandra Nardini per l’impegno profuso e il costante sostegno, il nostro direttore generale Giuseppe Sardu per l'impagabile contributo nell'ideazione del progetto ed augurare un buon lavoro a tutta la squadra" ha detto Francesco Oppedisano, presidente territoriale CNA Pisa.

"Il Comune di Cascina tra soci i fondatori della Fondazione Its Prodigi rappresenta un passaggio importante rispetto a quello che vuole essere l’impegno dell’amministrazione comunale anche sulle politiche del lavoro - è il commento del sindaco Michelangelo Betti - l’Its è infatti uno strumento importante per l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, qualificando il personale specializzato richiesto dal mercato. L’opportunità e le potenzialità di questo strumento sono attestate dall’adesione di oltre 30 soggetti di natura molto diversa tra loro: per Cascina, oltre al Comune, è presente il Polo Tecnologico di Navacchio che darà gli spazi per i corsi che riguardano la nostra area. Tutto ciò è la dimostrazione che Cascina crede in questo progetto, come ci hanno creduto i Comuni di Empoli e San Miniato e tanti altri soggetti che vanno dalle Università alle associazioni di categoria fino al mondo dell’impresa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione ITS Prodigi: il primo percorso ITS nell’area ICT e digitale in Toscana

PisaToday è in caricamento