rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Formazione

Nell'ecosistema italiano delle startup manca un protagonista: il mondo della ricerca e della cultura umanistica

Lo afferma Andrea Bonaccorsi, direttore scientifico della Summer School Entrepreneurship in Humanities, ordinario di Ingegneria gestionale all’Università di Pisa e esperto di economia della scienza e dell’innovazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Le candidature per la quinta edizione bolognese della Summer School Entrepreneurship in Humanities, promossa da Fondazione Golinelli con il contributo di Fondazione Carisbo e la collaborazione della pisana GATE SpA sono aperte. Il percorso si terrà dal 18 al 29 luglio al Centro Arti e Scienze Golinelli (Bologna) e ha l’obiettivo di stimolare studentesse e studenti, ricercatrici e ricercatori, under 35 e di formazione umanistica, provenienti da tutto il paese, nello sviluppo di nuove idee d’impresa. Il sistema universitario italiano offre una ricchissima formazione in campo umanistico, frutto di un'antica tradizione di studi e di opportunità di scoperta del patrimonio culturale e artistico. Tuttavia, secondo il Rapporto AlmaLaurea 2021, solo il 77,8% dei laureati in queste discipline ha un’occupazione a cinque anni dal conseguimento del titolo magistrale. Di conseguenza questo straordinario bacino di competenze si trasforma raramente in iniziative imprenditoriali che abbiano una sostenibilità economico-finanziaria e può portare, nel rapporto con le aziende, allo skill mismatch, la discrepanza tra le competenze richieste per una data posizione e quelle in possesso di candidate e candidati. «Nell’ecosistema italiano delle startup manca un protagonista: il mondo della ricerca e della cultura umanistica. - dichiara Andrea Bonaccorsi, direttore scientifico della Summer School Entrepreneurship in Humanities, ordinario di Ingegneria gestionale all’Università di Pisa e esperto di economia della scienza e dell’innovazione, - Molti denunciano la distanza tra la cultura STEM e la tradizione umanistica, ma pochi lavorano per ridurre la distanza. La Fondazione Golinelli ha supportato con entusiasmo dal 2018 un percorso di primo avvicinamento di laureati e dottorandi umanistici alla creazione di impresa. A partire dallo scorso anno alcuni team sono già sul mercato. Da quest’anno il gruppo di startupper e professionisti riuniti in GATE SpA fornirà ai gruppi che escono dalla Scuola un mentoring operativo. La tradizione umanistica italiana è troppo importante per non cercare strade nuove di valorizzazione». Sarà possibile candidarsi al percorso, della durata di due settimane e gratuito per i 35 profili selezionati, fino al 1 maggio. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina della Summer School sul sito di Fondazione Golinelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nell'ecosistema italiano delle startup manca un protagonista: il mondo della ricerca e della cultura umanistica

PisaToday è in caricamento