La Pisa Half Marathon diventa green: stop alla plastica usa e getta

L'appuntamento sportivo previsto per il 13 ottobre sarà organizzato in modo tale da avere un ridotto impatto ambientale

La Pisa Half Marathon, prevista in città per il 13 ottobre, ha deciso di rinunciare all'utilizzo di plastica 'usa e getta' nella propria manifestazione e sta lavorando con aziende ed istituzioni locali per avere un "reale impatto zero sull'ambiente che ci ospita".

"Quest'anno la gara - si legge in un comunicato - sarà tutta all'insegna del riciclo del materiale utilizzato, soprattutto per i ristori; abbiamo deciso di rinunciare al minor costo dei bicchieri e piatti 'usa e getta' per acquistare totalmente materiale riciclabile, abbiamo chiesto a Geofor uno sforzo per mettere ad ogni ristoro ed alla fine della corsa dei cassonetti pronti per il riciclo differenziato del materiale, chiederemo agli atleti di utilizzare con coscienza questi cassonetti controllando l'effettivo utilizzo con il nostro personale su strada".

Ma lo sforzo principale è quello dell'eliminazione delle bottiglie di plastica date a fine gara agli atleti e la loro sostituzione con borracce di plastica dura, riutilizzabili, che gli atleti potranno riempire ai fontanelli pubblici che saranno installati in Piazza del Duomo. "Un'iniziativa - spiega l'organizzazione - resa possibile dalla grande sensibilità di un'azienda, come Acque Spa, che si è dimostrata enormemente disponibile alle nostre esigenze e pronta a collaborare con noi in questa complessa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Uno sforzo che parte oggi  si legge in conclusione - ma che vuole essere solo un punto di partenza per un messaggio chiaro, dato da chi ama lo sport: il nostro benessere è legato all'ambiente che ci circonda e soprattutto chi fa sport deve essere alla testa di un movimento che vede nella salvaguardia ambientale un obiettivo da raggiungere al più presto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo sette i nuovi casi, un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 12 nuovi casi e 2 decessi

  • Coronavirus in Toscana: 35 nuovi casi, 5 decessi e 121 guarigioni

Torna su
PisaToday è in caricamento