Giovedì, 18 Luglio 2024
mobilità

Si allarga la flotta 'green' della città: arrivano 300 nuove biciclette a pedalata assistita

L'azienda RideMovi ha deciso di investire nella mobilità sostenibile di Pisa ampliando l'offerta di bike sharing

Pisa si muove con decisione verso il futuro, puntando forte sulla sostenibilità dei trasporti e su una dimensione 'green' dei mezzi a disposizione dei privati cittadini. L'obiettivo dell'amministrazione, confermato più volte, è quello di restringere la fruizione delle strade del centro urbano a veicoli con emisioni zero. In questo senso va il programma di consolidamento e ampliamento dell'offerta di bike sharing e di monopattini. Un nuovo capitolo di questo percorso si scrive nella giornata di venerdì 15 aprile con la presentazione delle nuove biciclette a pedalata assistita fornite da RideMovi, un'azienda presente in 20 Comuni italiani e in Spagna, che conta già 30mila mezzi operativi ogni giorno sulle strade cittadine.

Dopo la fase di sperimentazione avviata lo scorso settembre con 20 esemplari installati lungo la Ciclopista del trammino, Pisamo e Comune hanno deciso di accelerare sull'introduzione di questi mezzi nel ventaglio di possibilità a disposizione dei cittadini su tutto il territorio pisano: dalla prossima settimana le biciclette RideMovi saranno 100 e in brevissimo tempo si arriverà a contarne 300. "Quando tutto il parco RideMovi sarà a regime, e si parla di pochissimi giorni - spiega l'amministratore di Pisamo Andrea Bottone - Pisa potrà disporre di oltre mille veicoli in sharing, considerando anche i monopattini e le biciclette Ciclopi: la mobilità sostenibile è uno dei cardini dello sviluppo della città". "Questo ampliamento della flotta si va a inserire e integra perfettamente i programmi di allungamento delle piste ciclabili del territorio" aggiunge l'assessore Massimo Dringoli.

Presentazione RideMovi bici pedalata assistita Pisa 15 aprile 2022

Davide Lazzari, responsabile delle relazioni istituzionali di RideMovi, spiega il funzionamento delle biciclette: "Tutto sarà gestibile attraverso la app 'RideMovi' e una carta abilitata al pagamento online da associare. Sulla mappa interattiva si potrà cercare il mezzo più vicino e sbloccarlo inquadrando il QrCode impresso sulla bici con lo smartphone. Una volta terminato il percorso, la corsa termina inquadrando nuovamente il codice con il cellulare. I costi sono molto ridotti: 20 centesimi allo sblocco e 19 centesimi per ogni minuto di tragitto. Sono disponibili anche dei pacchetti di minuti con delle scontistiche dedicate, che possono essere acquistati direttamente sulla app". L'autonomia delle batterie è di circa 70 chilometri, pari a circa tre giorni: quotidianamente un operatore dell'azienda provvederà a sostituire le batterie esaurite dei mezzi, che circoleranno a una velocità massima di 25 chilometri orari, come disposto dal codice della strada.

Sulla mappa interattiva della app 'RideMovi' è indicata l'area operativa dei mezzi. E' possibile utilizzare le biciclette anche al di fuori dell'area, ma è necessario parcheggiarli sempre nelle aree di parcheggio evidenziate con la lettere 'P'. Queste zone si trovano principalmente nel centro storico della città, per evitare che le biciclette vengano 'abbandonate' in posti dove potrebbero creare disagi al traffico di altri mezzi e dei pedoni. Nel resto del territorio comunale il parcheggio è invece 'free floating', come funziona per i monopattini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si allarga la flotta 'green' della città: arrivano 300 nuove biciclette a pedalata assistita
PisaToday è in caricamento