mobilità

Mobilità sostenibile: all'aeroporto 10 auto per il car-sharing elettrico

Il nuovo servizio è attivo presso lo scalo pisano Galilei e si chiama "Share'NGo": 10 vetture elettrice Icaro noleggiabili e prenotabili, con un'autonomia di 120 km per 1 euro di "pieno". Prevista integrazione con itinerari turistici preimpostati

Presentato al Business Center dell'Aeroporto di Pisa il nuovo servizio di car-sharing elettrico "Share'NGo", offerto da CS Group. Presso lo scalo pisano è possibile usufruire di un parco di 10 auto Icaro, quest'ultimo acronimo di Interconnected Car Zero emission, vetture elettriche prodotte dalla società italiana GreenGO. Oltre alla mobilità silenziosa e favorevole all'ambiente, il progetto permetterà agli utenti tramite un'applicazione per smartphone e tablet di fruire di tour turistici preimpostati attraverso mare, benessere, cultura, Strade del Vino e Strade dell’Olio.

La stazione dove trovare le vetture è situata nell'area antistante gli "Arrivi". La tariffa di noleggio è pari a 0,20 centesimi di euro al minuto, cioé 6 euro per mezz'ora, con 48 euro di tetto massimo giornaliero. Ci sono poi pacchetti settimanali da 45 euro al giorno e abbonamenti mensili da 40 euro. E' possibile prenotare iscrivendosi al portale dai punti "Share'NGO" all'aeroporto o tramite il sito internet, per poi ritirare, utilizzare e riconsegnare l'auto ai punti di ricarica stabiliti. L'autonomia dei mezzi arriva ai 120 chilometri per 1.07 euro per una ricarica completa.

Per l'amministratore delegato di Sat Gina Giani il nuovo servizio di car-sharing "offre un’alternativa ai passeggeri e si inserisce tra le iniziative a basso impatto ambientale dell’aeroporto di Pisa. Facilita e stimola la permanenza dei turisti nelle vicinanze del Galilei, Pisa, Livorno e Lucca". Il sindaco di Pisa Marco Filippeschi: "L’auto elettrica è il futuro: questo è un altro fatto importante che arricchisce il progetto sulla mobilità elettrica del Comune di Pisa. Siamo la città che, in proporzione, ha di gran lunga più colonnine di ricarica. Il progetto, avviato con l’Enel, deve ancora svilupparsi e gli ostacoli alla ricarica delle auto vanno superati. Una città turistica può e deve mettere a regime sistemi di trasporto che ottimizzino l’accoglienza e e che non siano inquinanti. La flotta che 'salpa' oggi è d’esempio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile: all'aeroporto 10 auto per il car-sharing elettrico

PisaToday è in caricamento