mobilità

Mobilità: le istituzioni di Pisa al tavolo per il nuovo piano 2016

L'obiettivo è promuovere un coordinamento per tarare la mobilità del futuro sui bisogni dei cittadini, favorendo lo sviluppo di mezzi alternativi all'auto privata. Giovedì c'è stato il primo incontro fra istituzioni, associazioni ed enti di ricerca

Un tavolo tra i principali enti cittadini per la mobilità urbana del futuro. L'obiettivo dei soggetti coinvolti è quello di incentivare l'utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all'auto privata, anche attraverso l’uso di moderni sistemi informativi.

Il primo incontro convocato dal sindaco Filippeschi si è tenuto giovedì alla presenza, oltre che del Comune, di: Prefettura, Università, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna, CNR, Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, USL, Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, CTT Nord, Camera di Commercio, Ufficio scolastico provinciale, Società della Salute, Pisamo.

Il metodo di analisi sarà quello di studiare abitudini e aspettative dei cittadini, partendo dalla vasta compagine pubblica che opera in città. Capire le necessità per poi studiare soluzioni coordiante ed efficaci, utilizzando le diverse competenze che Università e Istituti di Ricerca esprimono in materia di mobilità, logistica e trattamento dei dati.

A coordinare i lavori c'erano l'assessore alla mobilità Giuseppe Forte con gli uffici di Comune e Pisamo. Dall'incontro è emersa la volontà comune di realizzare un protocollo che impegni gli enti ad un lavoro unitario sulla mobilità, anche con l’obiettivo di avere forme comuni di incentivo verso i propri dipendenti. Il prossimo passò sarà un protocollo che detterà i temi e i tempi di azione comune.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità: le istituzioni di Pisa al tavolo per il nuovo piano 2016

PisaToday è in caricamento