rotate-mobile
mobilità

Mobilità, si va verso un nuovo piano: un questionario per scoprire le abitudini dei cittadini

L'iniziativa di Comune e Pisamo ha l'obiettivo di raccogliere informazioni utili ad elaborare una serie di proposte per rendere la mobilità pisana più sostenibile ed economica

"Sapete qual è il motivo per cui tanti cittadini non utilizzano la bicicletta per spostarsi per Pisa? Non perchè non c'è un sufficiente numero di piste ciclabili, ma perchè gli vengono rubate". E ancora. "Le indicazioni che abbiamo raccolto fino ad ora ci dicono che i pisani sono  disponibili a cambiare mezzo di trasporto per raggiungere il luogo di lavoro". Così questa mattina, martedì 19 aprile, l'assessore alla Mobilità, Giuseppe Forte, ha presentato alcune delle indicazioni emerse da #mobilitandopisa, l'iniziativa promossa dal Comune e da Pisamo, in collaborazione con gli enti territoriali, per promuovere l'uso dei mezzi pubblici e diffondere abitudini virtuose negli spostamenti.

"L'iniziativa - ha spiegato Forte - è partita il 6 aprile scorso, con un questionario distribuito ad oltre 20mila dipendenti pubblici e di cui abbiamo già ricevuto 1600 risposte. Ora si da il via alla seconda fase: dal 20 aprile il sondaggio sarà infatti aperto a tutta la cittadinanza. Sarà un momento di partecipazione collettiva che ci servirà per raccogliere dati e informazioni utili ad elaborare, da qui a un anno, una serie di proposte per rendere la mobilità pisana più sostenibile ed economica".

Il questionario sarà completamente anonimo e per compilarlo serviranno circa 15 minuti. Lo scopo è quello di indagare le abitudini dei cittadini negli spostamenti e sondare la loro disponibilità a un radicale cambio di abitudini. "In particolare - continua Forte - cercheremo di individuare le modalità di spostamento da casa a lavoro e viceversa: i principali mezzi di trasporto utilizzati, i percorsi e le tappe intermedie, il tempo impiegato, l'eventuale flessibilità sugli orari e via dicendo. L'obiettivo di fondo è quello di costruire, insieme ai cittadini, una nuova mobilità, per ridurre traffico e inquinamento favorendo il trasporto pubblico e una maggiore condivisione dei mezzi utilizzati".

L'idea è anche quella di 'gerarchizzare' i mezzi di trasporto attualmente in uso, dando ovviamente priorità al trasporto pubblico e alla mobilità condivisa e sostenibile. "In quest'ottica - continua Forte - stiamo pensando a un'app per smartphone che consenta di valutare in tempo reale quanto un utente è virtuoso. Così potremmo pensare a dei vantaggi a cui questo potrà accedere: parcheggi a tariffa ridotta, accesso in determinate aree cittadine e così via. Tutto questo per far comprendere alla cittadinanza quanto sia importante e anche vantaggioso, sia da un punto di vista economico che di qualità della vita, il nuovo modello che andremo a proporre".

Per compilare il questionario è possibile collegarsi al sito del Comune e alla pagina Facebook di mobilitandopisa. Partecipando al questionario si possono vincere come premio abbonamenti ai bus e al bike sharing. Sono in palio: 5 abbonamenti annuali urbani offerti dalla Ctt, 10 abbonamenti mensili urbani offerti dalla Ctt, 50 abbonamenti annuali al bike sharing CicloPi. Gli indirizzi email e i dati del questionario verranno anonimizzati in modo da non avere alcun diretto collegamento, ne' riferimenti a soggetti identificabili. L'indirizzo email verrà utilizzato per inviare automaticamente comunicazioni inerenti l'estrazione dei premi.

"In attesa di quelle che saranno le indicazioni che ci forniranno i cittadini - conclude Fabrizi Cerri, amministratore unico di Pisamo - stiamo portando avanti diversi progetti che miglioreranno al mobilità cittadina. Con il Pisa Mover entreranno in funzione due parcheggi scambiatori a Pisa Sud, per un totale di 1300 posti auto: stiamo definendo le tariffe relative alla sosta e ai biglietti della navetta in modo che queste possano favorire e incentivare la condivisione dei mezzi di trasporto. Per quanto riguarda il bikesharing stiamo invece aumentando il numero di postazioni che, entro l'anno, diventeranno 24. Infine, nella gara regionale per il trasporto pubblico, esiste anche un progetto per integrare la mobilità dei sei Comuni dell'area pisana".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità, si va verso un nuovo piano: un questionario per scoprire le abitudini dei cittadini

PisaToday è in caricamento