mobilità Centro Storico / Via Santa Maria

Riqualificazione di via Santa Maria, futuro incerto per la circolazione delle bici

E' la preoccupazione di Ucic-Prc che ha depositato un'interpellanza in consiglio comunale. Tutto nasce da una risposta inviata da Sepi spa a Toscana in tour che aveva richiesto la concessione per l'occupazione di suolo pubblico per il noleggio di bici

Via Santa Maria chiusa al traffico delle biciclette. E' La denuncia lanciata oggi dal gruppo consiliare Una Città in Comune-Prc che, per fare luce sulla vicenda, ha anche depositato un'interpellanza in consiglio comunale.

Tutto nasce dalla risposta che Sepi spa, azienda partecipata del Comune di Pisa, ha dato a 'Toscana In tour' che, invece, si occupa di noleggio di biciclette, scooter e risciò. 'Toscana in tour', ai primi di febbraio, aveva infatti richiesto alla Sepi la concessione per l'occupazione di suolo pubblico per il noleggio di biciclette in via Santa Maria. Una concessione che Sepi spa ha negato perchè "il progetto di riqualificazione di via Santa Maria non prevede nessuna area destinata al noleggio di velocipedi. L'Ufficio Qualità Urbana - prosegue poi la risposta Sepi spa - sta inoltre verificando se il nuovo regime circolatorio di via S. Maria una volta ultimati i lavori consentirà il transito dei velocipedi o dovrà essere predisposto un percorso alternativo da definire."

Una risposta che non è piaciuta a Una Città in Comune-Prc. "Questa notizia, secondo cui l'amministrazione starebbe valutando di impedire il transito delle biciclette in via Santa Maria - scrive in una nota Ucic-Prc -  ci preoccupa molto perché la riteniamo un passo indietro nella costruzione di una diffusa cultura della bicicletta. Purtroppo la nostra città non è nuova a questo genere di iniziative, si tentò con Piazza dei Miracoli con il pretesto del terrorismo, in Corso Italia e Borgo Stretto, per non dar fastidio a chi è impegnato nello shopping e per avere più spazio per le occupazioni di suolo pubblico dei bar. Siamo fermamente convinti che l'accesso e la percorribilità della nostra città alle biciclette debba essere aumentata, e non certo limitata".

Per fare luce sulla vicenda Ucic-Prc ha quindi depositato un'interpellanza in consiglio comunale. "Vogliamo sapere - prosegue Ucic-Prc - quale sia la vera posizione della Giunta su questa vicenda e quali siano le motivazioni che portano a valutare una tale scelta. Noi certamente ci opporremo a qualsiasi tentativo di chiusura di strade al passaggio delle biciclette. Anzi chiediamo di aumentare ancora le strade in cui solo le biciclette e i pedoni possono transitare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione di via Santa Maria, futuro incerto per la circolazione delle bici

PisaToday è in caricamento