Amore e social network: uomini spaventati dalle donne 'cacciatrici'

Internet è diventato sempre il luogo d'incontro virtuale dove provare a trovare l'anima gemella. Ma stando alle recenti statistiche, gli uomini generalmente scappano dalle donne cosiddette 'cacciatrici'

Dura la ricerca dell’anima gemella ai tempi dei social network. Dura e pure abbastanza ansiogena soprattutto per il sesso maschile che, stando alle recenti statistiche, sarebbe spaventato proprio dalla platea delle donne a cui rivolge attenzioni con la speranza di conquista.

I tempi e le dinamiche della seduzione sono cambiati e rari sono diventati i tentativi di approccio dal vivo tra single alla ricerca di un partner, sempre più cercati, scovati, scelti nel mare magnum di siti d’incontri e applicazioni specializzate. Si stima, infatti, che quasi il 90% degli incontri sessuali in tutto il mondo avvenga attraverso app come TinderHappn e Lovoo, solo per citare le più utilizzate, e cifre simili riguardano anche i rapporti amorosi e sentimentali. A tal proposito il principale sito di 'casual dating' in Europa, C-date, ha analizzato le abitudini dei propri utenti intervistati scoprendo che 6 relazioni stabili su 10 nascono grazie ad una conoscenza reciproca sviluppata online.

Uomini e donne alla conquista: come passare dalla vita virtuale a quella reale

Tuttavia, le app nate con il principale obiettivo di cercare la donna o l’uomo giusto e i siti d’incontri specializzati non bastano, perché poi è inevitabile che si debba passare alla vita reale, e allora sì che diventa indispensabile essere capaci di sviluppare metodi e tecniche per passare dall’online all’offline senza grosse difficoltà.

Il sito SeduzioneAttrazione, nato per insegnare tecniche di conquista attraverso migliaia di video gratuiti e corsi a pagamento, ha verificato come i new media abbiano effettivamente rivoluzionato i meccanismi della seduzione, rendendo però sempre più impellente un ritorno alle origini.

Tra le domande più frequenti, infatti, spiccano richieste di consigli per affrontare un approccio personale e risultare vincenti, anche e soprattutto a telefono spento. Conferma di come, alla fine, il gioco delle parti si svolga sempre e comunque faccia a faccia, occhi negli occhi, in un approccio fisico e mentale che i nuovi mezzi tecnologici non potranno mai sostituire del tutto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento